Il bottegaio che non sa fare 2+2

16 Febbraio 2012

confcommercio

Confcommercio ha presentato oggi il suo Libro bianco sui Trasporti e ha scoperto che la velocità media nei centri urbani è bassa. “Ricorda quella raggiunta alla fine del ’700 – commenta Confcommercio – oscilla intorno ai 15 kmh e scende fino a 7-8 kmh nelle ore di punta“.

Bene, è difficile dire in che percentuale, ma sicuramente l’ottusità bottegaia ha contribuito in questi anni a far scendere la velocità media nei centri urbani, allungando i tempi di percorrenza. L’opposizione della categoria a qualsiasi intervento di moderazione del traffico (isole pedonali, corsie preferenziali, zone a traffico limitato…) ha, infatti, favorito le politiche locali tese a lasciare spazio alla mobilità privata individuale a scapito di quella collettiva e di mezzi di trasporto più sostenibili come i piedi e la bicicletta.

Fa strano che i bottegai, abituati a far di conto, non sappiano fare 2+2: le città sono congestionate perché ci sono troppe auto. Per ridurre la congestione bisogna ridurre le auto.

Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti