Programmi europei per la ciclabilità e la mobilità sostenibile

6 Novembre 2012

programmi-ue-bici

Il 22 e 23 novembre i leader politici dell’Unione Europea si incontreranno a Bruxelles per discutere e approvare il nuovo bilancio dell’Unione. Si tratta di un evento particolarmente importante, in quanto si andrà a decidere quali progetti l’Europa finanzierà negli anni 2014-2020. Come tutti sappiamo fin troppo bene, la situazione economica al momento non è delle migliori: ci si possono quindi aspettare aspre lotte fra i 27 paesi UE, ognuno dei quali ha delle priorità su cui non vuole scendere a compromessi. In questo scenario caotico, c’è il rischio che le spese per obiettivi importanti, ma che non hanno delle forti lobbies alle spalle, vengano tagliate – prendendo a pretesto l’austerità – in favore di miopi interessi privati. È importante quindi sapere cosa l’UE ha fatto negli ultimi anni a favore della mobilità sostenibile in generale e della ciclabilità in particolare, per contribuire a sostenere dal basso la continuazione di questi progetti.

Competitiveness and Innovation Framework Programme (CIP)

Il Programma Quadro per la Competitività e l’Innovazione è caratterizzato da una grande varietà di temi, in quanto si compone di molti programmi più specifici. Ad esempio, il programma per l’Imprenditorialità e l’Innovazione aiuta le piccole e medie imprese ad accedere a finanziamenti nelle fasi di inizio e crescita della loro attività, con un particolare accento sull’innovazione eco-sostenibile. Del CIP fa parte anche il programma Intelligent Energy, descritto nel prossimo paragrafo.
Sito web

Intelligent Energy – Europe II Programme

Il programma Intelligent Energy intende contribuire ad ottenere una fornitura di energia sicura, sostenibile, e a prezzi ragionevoli per l’Europa; lo fa promuovendo l’efficienza energetica, l’uso razionale delle risorse energetiche, e l’uso di fonti nuove e rinnovabili per il trasporto, campo in cui dovrebbe sicuramente rientrare anche l’uso della bicicletta.
Questo programma – in sigla: IEE – è uno dei principali metodi con i quali la politica energetica generale dell’UE si trasforma in risultati concreti per andare incontro alle sfide energetiche di oggi promuovendo nuove possibilità di business e nuove tecnologie. L’IEE sostiene progetti e eventi su scala europea, coprendo fino al 50% dei costi. Il programma è gestito dalla IEEA (Intelligent Energy Executive Agency – Agenzia esecutiva per l’energia intelligente). I progetti finanziati rientrano generalmente in due categorie, una denominata STEER, per la promozione dell’uso dell’energia sostenibile nel trasporto, e l’altra chiamata ALTENER, per aiutare l’aumento dell’uso di fonti energetiche nuove e rinnovabili in generale.
Cycling Carma e Cyclelogistic sono progetti finanziati dal programma Intelligent Energy.
Sito web

Central Europe

Central Europe è un programma dell’Unione europea che favorisce la cooperazione tra i nove paesi dell’Europa centrale: Austria, Repubblica Ceca, Germania, Ungheria, Italia, Polonia, Slovacchia, Slovenia e Ucraina, mirando a migliorare l’innovazione, la competitività e lo sviluppo sostenibile delle città e delle regioni aderenti.
Grazie a Central Europe sono stati stanziati 231 milioni di euro finanziamenti per progetti di cooperazione transnazionale che coinvolgono sia organizzazioni pubbliche che private. Il programma è finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) e va dal 2007 al 2013.
Bicy è un progetto finanziato dal programma Central Europe.
Sito web

LIFE+

LIFE+ finanzia progetti che vanno a contribuire allo sviluppo, all’attuazione e all’aggiornamento della politica e della legislazione ambientali dell’Unione. Il programma ha anche lo scopo di facilitare l’inclusione di valutazioni ambientali all’interno di altre politiche dell’Unione, contribuendo così a raggiungere il più ampio obiettivo di uno sviluppo sostenibile nell’UE.
Il programma LIFE+ si distingue in tre principali aree tematiche: “Natura e biodiversità”; “Politica ambientale e Governance”; “Informazione e Comunicazione”. Ogni anno la Commissione emana un bando e decide quali dei progetti che vengono proposti verrà finanziato. I progetti sono scelti secondo criteri di fattibilità tecnica, innovazione, efficacia e efficienza.
Sito web

Marco Polo Programme II

Il programma Marco Polo finanzia progetti che aiutano a ridurre i costi ambientali, economici e sociali del trasporto. Uno degli obiettivi principali è quello di ridurre il traffico nelle strade, e di conseguenza l’inquinamento, promuovendo dei sistemi di trasporto merci più compatibili con l’ambiente.
Viene posto l’accento anche sul fatto che queste modalità alternative di trasporto merci possono essere anche più efficienti e profittevoli per le aziende stesse.
Il budget per il periodo 2007-2013 era di 450 milioni di euro.
Sito web

Interreg IV

Questo programma fornisce finanziamenti per la cooperazione interfrontaliera, transnazionale e interregionale; ha come obiettivo quello di promuovere gli scambi di conoscenza attraverso l’Europa nei campi dell’innovazione e dell’economia della conoscenza, dell’ambiente e della prevenzione dei rischi.
Interreg IV migliora l’efficacia delle politiche regionali e degli strumenti da esse usati. I progetti di solito prevedono lo scambio di esperienze fra i responsabili dello sviluppo di politiche ambientali a livello locale o regionale. L’ambiente non riconosce i confini degli Stati nazionali, per cui il programma è particolarmente importante in quelle regioni la cui gestione ambientale deve essere sviluppata preferibilmente insieme da amministrazioni appartenenti a Stati diversi (pensiamo ad esempio alle linee costiere). Le aree di intervento ricadono nello sviluppo urbano, rurale e costiero, lo sviluppo dei rapporti economici interregionali e la creazione di network fra piccole e medie imprese in queste aree geografiche. La cooperazione si concentra soprattutto su ricerca, sviluppo, ambiente, prevenzione dei rischi, e gestione delle acque.
La realizzazione di un itinerario cicloturistico dall’Emilia Romagna alla Slovenia è un progetto finanziato da Interreg III A, progetto “gemello” dell’Interreg IV.
Sito web

MED programme

MED è un programma transnazionale di cooperazione territoriale. E’ finanziato dall’Unione Europea come strumento di politica regionale e continua la tradizione dei programmi europei di cooperazione (precedentemente denominati Interreg, di cui sopra).
Si occupa della gestione del rischio ambientale, commercio internazionale e corridoi di trasporto. Finora, 108 progetti sono in esecuzione nell’ambito del programma MED co-finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR).
Cyclo è un progetto finanziato dal MED programme.
Sito web

Seventh Framework Programme (FP7)

Il settimo Programma Quadro si occupa delle necessità europee nell’ambito della crescita e del lavoro. Si tratta dello strumento finanziario principale attraverso il quale l’Unione Euroepa sostiene attività di ricerca e sviluppo riguardanti quasi tutte le discipline scientifiche, in modo da creare una Area di Ricerca Europea. Il programma è organizzato in quattro diverse componenti:
Cooperazione: il programma sostiene i progetti di ricerca gestiti a livello transnazionale; comprende anche i progetti fatti in cooperazione con paesi terzi non appartenenti all’UE
Idee: il programma cerca di migliorare il dinamismo, la creatività e l’eccellenza della ricerca europea in tutti i campi scientifici e tecnologici, comprendendo anche le scienze socio-economiche e le scienze umane. Questa parte del progetto è gestita da un Consiglio per la Ricerca Europea
Persone: per il rafforzamento delle capacità e competenze di chi lavora nella ricerca e nella tecnologia in Europa
Capacità: per sostenere le infrastrutture di ricerca e la ricerca a favore delle piccole e medie imprese
L’obiettivo più generale del programma FP7 è comunque quello di contribuire allo sviluppo sostenibile dell’economia europea. Fra le aree tematiche di cui il programma si occupa ci sono anche il trasporto, l’energia, l’ambiente, la salute e l’agricoltura.
Sito web

Foto

Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti