MENU
fancy women bike ride 2019

Dal magazine di Terre di mezzo inchiesta sulla “Bike economics”

Bikenomics, News • di 14 Marzo 2013

terre-di-mezzo-bike-economics

Street Magazine, il bimestrale della casa editrice Terre di Mezzo, ha pubblicato per l’uscita di marzo-aprile 2013 un’inchiesta con tanto di richiamo in copertina sulla “Bike economics”, o bikenomics, ovvero il mercato, gli sbocchi professionali e le storie di successo di chi ha scommesso, in un modo o nell’altro, sulle potenzialità della bicicletta.

Dai bike messenger, alle agenzie cicloturistiche, alle officine, le opportunità non mancano. Il magazine cita le esperienze di Girolibero, l’agenzia di viaggi in bicicletta i cui clienti sono cresciuti dal 2002 ogni anno del 20%, e della Stazione delle Biciclette di San Donato Milanese, che in pochi anni è passata da uno a sette dipendenti. Un ulteriore aspetto interessante riguarda il cicloturismo e il suo impatto sull’economia locale. Sul tema sono stati pubblicati diversi studi, in particolare all’estero, ma anche in Italia ci sono alcuni casi virtuosi, come la Regione Trentino, che con una rete cicloturistica di 370 chilometri attira ogni anno diecimila persone, con un indotto di 78 milioni di euro compresi i pernottamenti. Una menzione anche alle aziende produttrici di biciclette, “settore che tiene – spiega Pietro Nigrelli, dell’Associazione ciclo e motociclo Ancma, aderente a Confindustria – ma potrebbe crescere se nelle nostre città ci fosse più spazio per loro“, un’affermazione che potrebbe aprire un lungo dibattito sul ruolo delle aziende nella difesa e nella promozione del ciclismo e su ciò che hanno/non hanno fatto nell’ultimo anno.

E’ possibile acquistare Street Magazine in una delle edicole o librerie elencate nella rete di vendita a questa pagina del sito web.







Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *