Eurovelo cresce: un nuovo itinerario e tre estensioni

23 Luglio 2014

eurovelo-new

Eurovelo, il progetto di rete cicloturistica europea ideato dall’ECF (European Cyclists’ Federation), si espande. Le tre proposte di realizzare rispettivamente il nuovo itinerario numero 17 (Ciclovia del Rodano), un’estensione di Eurovelo 1 (Atlantic Route) in Islanda e Portogallo e una di Eurovelo 8 (il percorso del Mediterraneo) in Corsica, sono ora ufficiali dopo l’approvazione del Consiglio Eurovelo di fine giugno. I candidati hanno ora tempo fino alla fine del 2015 per organizzare i percorsi ed ottenere il via libera formale all’inserimento in Eurovelo.

eurovelo-new-3

La novità è dovuta all’aggiornamento periodico dei percorsi da parte dell’ECF: ogni tre anni infatti la Federazione ciclistica europea offre la possibilità di candidare nuovi itinerari alla rete Eurovelo. Per avere il bollino Eurovelo, le strade non devono avere pendenze superiori all’8% e con un traffico inferiore alle 1000 auto al giorno. In generale, gli itinerari con numeri dispari percorrono il continente da nord a sud; quelli con numeri pari invece da ovest a est. E’ per questo che la nuova ciclovia del Rodano sarà numerata con il 17, nonostante non esista ancora un itinerario numero 16.

eurovelo-new-2

A proporre l’inserimento in Eurovelo della ciclovia del Rodano è stata la Regione francese Rhône-Alpes per conto di 4 cantoni svizzeri, 3 regioni francesi e altre autorità locali. Il tracciato segue il corso del fiume Rodano a partire da Andermatt, nel cuore delle Alpi svizzere fino al il Mar Mediterraneo.
Anche l’estensione dell’itinerario 8 in Corsica è una novità importante, visto che l’isola non aveva finora tracciati Eurovelo (come ad esempio la Sardegna).

La rete Eurovelo oggi consiste di 14 percorsi ciclistici a lunga percorrenza, che passano per ben 42 paesi. Una volta completata, i chilometri totali di percorsi Eurovelo ammonteranno a più di 70.000.

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.799
Acquista
Meccanica Base 1
199
Acquista
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti