MENU
viaggi girolibero

5 benefici nascosti del viaggiare in bicicletta

News • di 18 Dicembre 2015

Viaggiare in bici è divertente e alla portata di tutti. Essendo un’attività fisica è salutare ed è anche sostenibile per l’ambiente; ma non vi sono solo benefici di tipo fisico e ambientale dal cicloturismo e anche dopo le prime esperienze è facile rendersi conto di altre piacevoli ricadute. Eccole di seguito.

1. Sensazioni amplificate

benessere

Durante un viaggio in bici le sensazioni del corpo e i piccoli benesseri sono molto amplificati. Dopo una giornata pedalando, una doccia calda potrebbe sembrare il momento più rilassante di sempre, mentre tutti i giorni non è altro che una veloce prassi. Stessa cosa si potrebbe dire dei pasti, alla fine di una giornata in sella in genere ci si mette a tavola con una fame da lupi; e non meno del sonno, come ci si addormenta dopo diverse ore in bici infatti non ha eguali.

2. Niente tempi morti e meno noia

no-noia

In un viaggio in bici l’attività principale è pedalare e spostarsi continuamente da un luogo all’altro: per questo non vi sono i tipici momenti “morti” da spostamento come in un altro viaggio. Ogni istante della giornata è vissuto con pienezza e vengono meno i momenti di noia. A volte in un viaggio stanziale si cede alla stanchezza o alla pigrizia e si trascorrono alcune ore nella camera d’albergo mentre in bici questo non succede; al massimo ci si ferma per mangiare o visitare un luogo particolare.

3. Massimo godimento del paesaggio

paesaggio

Viaggiare lentamente in bicicletta consente di vedere il paesaggio da una prospettiva totalmente diversa rispetto a mezzi più veloci. Si riesce ad ammirare ogni particolare, dalla strada alle case, dalle piante circostanti agli animali. Inoltre in Italia e in Europa il paesaggio è vario anche a distanza di pochi chilometri e in un viaggio in bici seppur breve è possibile esplorare ambienti molto differenti.

4. Aumento dell’autostima

autostima

Non è un segreto che viaggiare in bicicletta aumenti l’autostima. Durante un cicloviaggio si affrontano (e si superano) diversi ostacoli, come una salita impervia, un momento di freddo o fame, uno sforzo fisico. Sono difficoltà che una volta superate possono avere delle ripercussioni positive perché aiutano le volte successive a non avere paura di affrontare situazioni nuove e in cui occorre cavarsela.

5. Relazioni e accoglienza

relazioni

Chiunque abbia viaggiato un minimo in bici sa bene che l’accoglienza riservata ai cicloviaggiatori è spesso calorosa oltre ogni aspettativa. Viaggiare in bici è un modo rispettoso e gentile di esplorare il mondo ed evidentemente questo approccio è percepito anche agli occhi dei passanti, che spesso di fronte ad un cicloturista di passaggio offrono acqua, ristoro, un semplice ma apprezzato sorriso.







Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *