MENU
viaggi girolibero

25 Aprile, in sella per la Liberazione

News, Storia • di 22 Aprile 2016

Il 25 Aprile si festeggia la Liberazione dal nazifascismo e anche quest’anno la FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) ha stilato un calendario di pedalate resistenti in molte città in collaborazione con l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia. Ricordando quel 25 Aprile del 1945 – e per mantenerne viva la memoria – le iniziative sul territorio saranno associate a visite guidate e passaggi nei luoghi simbolo della Resistenza.

25_APRILE_RESISTENZA_STAFFETTE_PARTIGIANE

La bicicletta è stata uno strumento importante della Liberazione: la usavano i gappisti nelle città per i loro attacchi contro le truppe di occupazione naziste e per portare messaggi e documenti, come fece anche il campione Gino Bartali che grazie al suo impegno salvò centinaia di ebrei dai campi di sterminio. A Roma e in molte altre città i nazisti per tentare di ostacolare la Resistenza arrivarono addirittura a proibire l’uso della bicicletta.

Gino Bartali

Tra le pedalate resistenti organizzate dalla FIAB per il 25 Aprile, quella “scolastica” di Cardano al Campo (Varese) con gli alunni delle scuole medie per  le vie intitolate ai caduti cardanesi per la libertà; quella di Torino con visita al Museo della Resistenza e incontro con i partigiani sopravvissuti alla Seconda Guerra Mondiale. Ad Arezzo la pedalata verrà fatta in direzione di Meliciano percorrendo strade secondarie, a volte poco conosciute, attraverso un paesaggio che, soprattutto in questo periodo di primavera, presenta scorci e panorami godibili quasi esclusivamente usando la bicicletta. Nella strada tra Meliciano e Castiglion Fibocchi si trova un cippo che ricorda una strage di civili avvenuta il 12 luglio 1944 ad opera delle truppe tedesche.

La pedalata di Pisa si dirigerà verso Asciano dove c’è una lastra di marmo che ricorda Licia Rosati, partigiana trucidata il 4 agosto 1944 dai nazisti. Come ricorda la Fiab sul proprio portale: “Il 25 Aprile del 1945 il giorno dell’insurrezione e della fine del nazifascismo in Italia è un giorno apparentemente lontano ma i cui benefici effetti sono ancora presenti nella nostra vita. Se siamo liberi in un paese democratico, certo tutt’altro che perfetto, lo dobbiamo a quel giorno”. Tutte le iniziative in programma per quella giornata sono elencate sul sito dedicato www.andiamoinbici.it. Nella Capitale, sempre il 25 Aprile, l’Associazione Salvaiciclisti Roma ha organizzato la pedalata per la Liberazione che partirà da un luogo storico della Resistenza capitolina: Porta San Paolo.






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *