Helsinki come Oslo: zero pedoni e zero ciclisti morti nel 2019 - Bikeitalia.it

Helsinki come Oslo: zero pedoni e zero ciclisti morti nel 2019

10 Febbraio 2020

Helsinki, la Capitale della Finlandia insegue i cugini della Norvegia, in particolare di Oslo, e diventa una città con zero incidenti mortali che coinvolgono pedoni e ciclisti. 

Un successo arrivato nell’anno appena trascorso, il 2019, dove la città finlandese ha quasi raggiunto l’obiettivo della Vision Zero: nessun morto sulle strade della città tra pedoni e ciclisti; in totale nell’anno appena trascorso a Helsinki hanno perso la vita sulle strade soltanto un automobilista e due motociclisti.

Helsinki vision zero

A Helsinki il numero totale di morti causati da incidenti stradali nel 2019 è stato pari a 3. Un numero così basso di incidenti mortali non era mai stato raggiunto in 60 anni, da quando nel 1960 gli organi competenti hanno iniziato a rilevare precise statistiche sull’andamento dell’incidentalità stradale. Il  numero di morti è andato via via diminuendo, passando dai 20-30 decessi all’anno nel decennio 1980-1990 fino a raggiungere una media di 7 persone all’anno a partire dal 2010.

Il traguardo di far diventare le strade della città completamente sicure e totalmente prive di incidenti non è impossibile: riducendo drasticamente il numero di morti si è ridotto anche il numero di feriti. Nel 2019 Helsinki ha registrato “solo” 400 persone coinvolte in incidenti stradali, di queste 80 erano pedoni.

Helsinki – Serie storica limiti di velocità 1973-2019

Il miglioramento della sicurezza sulla strada è frutto di diversi fattori, tra tutti la riduzione delle velocità, il ridisegno dello spazio della strada a favore di tutti gli utenti attraverso operazioni di moderazione del traffico, all’aumento dei controlli sul traffico veicolare e alla diffusione di nuove tecnologie come rilevatori e sensori di sicurezza.

Helsinki vision zero

In particolare, nel 2018 Helsinki ha deciso di abbassare i limiti di velocità in città, introducendo il nuovo limite di 30km/h nelle aree residenziali e portandolo da 50k/h a 40km/h  nelle altre arterie di scorrimento urbano.

I vari interventi elencati sopra oltre a una serie di politiche volte al disincentivo all’uso dell’auto e all’efficientamento della rete del trasporto pubblico, hanno portato alla crescita dell’utilizzo della bicicletta, un aumento non scontato considerando le temperature dei paesi nordici.

norvegia-neve-bici

Ciò che hanno fatto Helsinki e Oslo (ve ne abbiamo parlato qui) denota una particolare attenzione del nord europa alle questioni legate alla sicurezza stradale, e soprattutto dimostra che l’obiettivo della Vision Zero, tanto sbandierato dalle diverse amministrazioni comunali di tutto il mondo è davvero raggiungibile e anzi, si può fare di più, pensando a come nuovo obiettivo non solo zero morti ma anche zero feriti.

Commenti

Un commento a "Helsinki come Oslo: zero pedoni e zero ciclisti morti nel 2019"

  1. velobicide ha detto:

    Grandissimo traguardo. Provo invidia per quei beati pedoni e ciclisti che non hanno il fiato sul collo degli automobilisti.
    Da noi risulta essere un obiettivo quanto meno ambizioso, provarci e imbroccare la giusta direzione non è però impossibile.
    Politici forza battete un colpo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti