Colonnine di ricarica e riparazione per biciclette: cosa sono e come sceglierle

14 Dicembre 2020

Si stanno diffondendo su tutto il territorio nazionale e sono sempre più richieste, soprattutto dai bike hotel e dalle amministrazioni comunali che puntano sulla ciclabilità: sono le colonnine per la ricarica e la riparazione delle biciclette.

Come è fatta una colonnina di ricarica e riparazione?

colonnine di ricarica e riparazione delle biciclette
La colonnina Stop&Go di Bike Facilities

Esistono diverse tipologie di colonnine per la riparazione delle biciclette, dai modelli più semplici che prevedono la sola possibilità di fare piccole riparazioni alle bici, ai modelli con pompe per il gonfiaggio degli pneumatici fino ad arrivare a soluzioni con prese elettriche per ricaricare le ebike. Ciò che accomuna tutte le versioni è la possibilità di rialzare la bici da terra e di poggiarla su un supporto gommato, in modo tale da poter effettuare comodamente piccole riparazioni d’emergenza. O semplicemente, appoggiarla al portabici laterale (quando presente) e procedere alla ricarica dell’e-bike.

Come funziona?

colonnine di ricarica e riparazione delle biciclette
Una colonnina Stop&Go vista da vicino

A quanti di noi, dopo essersi accorti di una foratura, è capitato di doversi fermare a dover armeggiare scomodamente in mezzo alla strada o lungo un percorso ciclabile? A dover ribaltare la bicicletta per lavorare più facilmente o a chiedere al proprio compagno/a di avventura una mano per sganciare la ruota dal telaio? O ancora, quando ci tocca sistemare la catena sporca di grasso che immancabilmente ci cade dopo aver fatto un passaggio troppo frettoloso coi cambi? Ecco, in tutte queste situazioni d’imprevisto una colonnina di riparazione delle biciclette ci aiuta a evitare che un piccolo inconveniente rovini la nostra uscita in bicicletta.

Dopo aver posizionato la bicicletta sui bracci della colonnina è possibile intervenire con la riparazione attraverso il proprio multitool (indispensabile per ogni uscita), oppure utilizzare i vari utensili disponibili all’interno del corpo centrale della colonnina, un kit solitamente composto da cacciavite a croce, cacciavite a taglio, chiave a rullino da 0 a 22 mm, chiave fissa 14/15 mm, leve per lo smontaggio del copertone e da un set di chiavi a brugola 2.5/10 mm.

Caratteristiche tecniche delle colonnine di ricarica e riparazione per biciclette

colonnine di ricarica e riparazione per biciclette
La colonnina Stop&Go di Bike Facilities

Le colonnine per la riparazione delle biciclette sono oggetti pensati per durare nel tempo, non devono temere le intemperie e gli atti di vandalismo: per questo i migliori modelli sanno rispondere appieno a queste caratteristiche. Le colonnine devono essere robuste e, se non è possibile collocarle sotto tettoie e aree coperte, è opportuno che queste siano realizzate con materiali che non si arrugginiscono. Tra i diversi operatori sul mercato si può segnalare l’azienda Bike Facilities, di Torbole sul Lago di Garda che commercializza in esclusiva il modello Stop & Go interamente in alluminio anodizzato.

Anche gli attrezzi presenti nella colonnina devono essere strumenti realizzati per durare nel tempo e resistere alle intemperie. La pompa allo stesso modo non può essere la classica pompa da terra che buona parte di noi possiede in garage: questa, se posizionata all’esterno subisce sbalzi di temperatura che nel corso degli anni ne minano il funzionamento, per questo si opta per soluzioni nate ad hoc per ambienti outdoor.

Tutte le colonnine Stop&Go sono personalizzabili nei colori e nelle grafiche, permettendo così di rispettare gli ambienti dove verranno installate.

Il costo varia molto dalle caratteristiche strutturali e dalla qualità degli attrezzi utilizzati. Una colonnina di riparazione ha un costo relativamente contenuto se paragonato al beneficio offerto: i modello Stop&Go già menzionati partono da un prezzo di listino di 1.350,00 + IVA.

L’installazione di una colonnina di riparazione è molto semplice, serve un supporto fisso, tendenzialmente una piastra di cemento in cui inserire quattro bulloni. Se si tratta di un modello con prese elettriche sarà necessario predisporre anche un collegamento alla rete elettrica.

Incentivi e contributi

La complementarietà con gli altri prodotti per lo sviluppo del cicloturismo fa in modo che alcuni comuni finanzino con misure dedicate non solo l’acquisto di ebike ma anche l’installazione di colonnine per la ricarica delle bici. Per i soggetti privati interessati a installare una colonnina di ricarica è prevista anche una detrazione fiscale del 50%, su un ammontare complessivo non superiore a 3.000 euro da ripartire in dieci quote annuali di pari importo, per le spese di acquisto e installazione sostenute dal 1° marzo 2019 al 31 dicembre 2021. La risoluzione dell’Agenzia dell’Entrate chiarisce che la detrazione dell’imposta sui redditi spetta sia ai soggetti Irpef sia ai soggetti Ires e viene riconosciuta anche per gli acquisti effettuati dai condomini.

Web App

Tutte le colonnine Stop&Go sono state mappate e saranno a breve visibili su Google Maps , aiutando cosi tutti i ciclisti a trovare e a raggiungere la colonnina più vicina a loro.

[Contenuto sponsorizzato]

Lascia un commento

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti