Campionati Italiani 2021: tutto il bello del ciclocross a Lecce

8 Gennaio 2021

Il ciclocross è una disciplina che ha radici molto lontane nel tempo, proprio come il ciclismo su strada. Già all’inizio del ‘900, infatti, i ciclisti – durante l’autunno e l’inverno – avevano l’abitudine di pedalare sui prati con le loro biciclette per mettere alla prova i muscoli e tenere allenate le gambe a stretto contatto con l’erba, la terra e il fango.

Oggi il ciclocross ha una grande notorietà a livello nazionale e internazionale e anche l’Italia continua a cavalcare l’onda della crescita specialmente in ambito giovanile, per numero di praticanti.

Campionati italiani ciclocross 2021 Lecce
L’evento è realizzato con il sostegno di Unione Europea, Regione Puglia, Federazione e Agenzia Regionale del Turismo, con il patrocinio di Provincia e Comune di Lecce.

Una disciplina ciclistica esigente e senza compromessi si unisce al fascino di una città come Lecce, denominata la “perla del Barocco”, formando un connubio misto tra spettacolo e suggestione che rapisce lo sguardo con i Campionati Italiani Ciclocross sotto l’egida della Federazione Ciclistica Italiana, in programma venerdì 8, sabato 9 e domenica 10 gennaio 2021.

Il percorso di gara vuole rappresentare in tutta la sua estensione una copia in piccolo delle caratteristiche morfologiche del Salento. Abbastanza pianeggiante, ma con attraversamenti erbosi e sterrati è adatto a passisti veloci che fanno della resistenza alla fatica e della capacità di tenere andature costanti il loro punto di forza.

viaggi-in-bici

E queste sono le caratteristiche dei percorsi cicloturistici che attraversano il Salento dall’Adriatico allo Ionio e da Lecce a Santa Maria di Leuca, nel sud della Puglia.

Scendendo ad esempio lungo la costa adriatica da Lecce ad Otranto possiamo godere della bellezza del mare sulla sinistra e dei profumi della macchia mediterranea sulla destra, lungo un percorso di circa 70 chilometri tutti pianeggianti e perciò ideali anche per cicloturisti meno esperti.

Le attuali normative anti-covid non prevedono la possibilità di spettatori e turisti in presenza ma i quasi 2.000 km di percorsi cicloturistici della Puglia saranno sempre qui ad attendere, quando sarà possibile spostarsi in sicurezza e in libertà, tutti coloro che vorranno perdersi nelle bellissime e sterminate campagne della nostra regione.”

Scopri di più su viaggiareinpuglia.it 

[Contenuto sponsorizzato]

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti