La ciclabile clandestina sul Ponte della Ghisolfa a Milano è stata cancellata

4 Agosto 2021

È durata poco più di 24 ore la ciclabile clandestina realizzata nella notte di ieri a Milano da un gruppo di anonimi cittadini che, con vernice e pennello, hanno dato corpo alle richieste che il comitato “Sai che puoi?” porta avanti da quattro anni.

cancellazione della ciclabile clandestina sul ponte della ghisolfa
Gli operai al lavoro per cancellare la ciclabile clandestina sul Ponte della Ghisolfa

Il Comune di Milano, come ampiamente prevedibile, ha quindi messo in campo i propri uomini che hanno cancellato quella sottile linea bianca tracciata sul Ponte della Ghisolfa per garantire un minimo di sicurezza a chi va in bici e dove, il 17 luglio scorso, una ragazza di 25 anni è stata investita e quasi un uccisa.

Nonostante l’ampia copertura mediatica ricevuta dalla guerrilla bike lane, non sono arrivate dichiarazioni da Palazzo Marino e neppure dai vari soggetti coinvolti nella campagna elettorale né di uno schieramento, né dell’altro.

La ciclabile clandestina realizzata sul ponte della Ghisolfa
La ciclabile clandestina

“Quattro anni per realizzarla e 24 ore per cancellarla” è il laconico commento inviato alla redazione di Bikeitalia dai cittadini che hanno realizzato l’intervento nella notte di martedì, ma poiché la ciclabile sul ponte della Ghisolfa è già prevista dal Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2019-21, non è detto che il Comune di Milano non colga l’occasione per realizzare l’opera, come già accaduto in passato d’altronde.

Ma sono ancora molte le ciclabili approvate e in attesa di essere realizzate e viene da chiedersi se le attività clandestine non debbano diventare il nuovo standard per sollecitare all’azione l’assessorato guidato da Marco Granelli che, dopo la realizzazione della ciclabile su Corso Buenos Aires – Viale Monza, sembra essersi seduto ad aspettare le elezioni.

Commenti

2 Commenti su "La ciclabile clandestina sul Ponte della Ghisolfa a Milano è stata cancellata"

  1. Alex ha detto:

    Per realizzare appena 2km di ciclabile per collegare una parte del Naviglio pavese alla 90/91 ci stanno mettendo più di un anno (in pieno periodo Covid) in cui sarebbe dovuto essere la rivoluzione delle due ruote! Mamma mia che lentezza sempre… e intanto le auto hanno preso il sopravvento, come sempre!

  2. Stex ha detto:

    Penso che tra i paesi “industrializzati” abbiamo una delle peggiori classi politiche del pianeta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti