Alleggerire il traffico delle città con le cargo bike - Bikeitalia.it

Alleggerire il traffico delle città con le cargo bike

5 Settembre 2022

Un periodo di prova di 3 mesi può fare la differenza per aziende e artigiani nella scelta dei loro mezzi di trasporto? Le bici cargo possono rispondere alle loro esigenze?
Queste le domande su cui si basa il più grande test di bici cargo in Europa, promosso e sostenuto dal Ministero dell’Ambiente tedesco.

Alleggerire traffico cargo bike
photo credit: DLR (Agenzia Aerospaziale Tedesca)

Il progetto fa parte dell’Iniziativa Nazionale della Tutela del Clima, e la prima edizione del programma ha coinvolto 755 soggetti tra aziende, enti pubblici e artigiani: i partecipanti hanno potuto provare per 3 mesi una bici cargo, scelta tra un parco di 15 modelli di svariate tipologie.

Più di 2.000 aziende avevano chiesto di partecipare: questo grande interesse è stato ispirato principalmente dalla curiosità verso un mezzo percepito come innovativo e attraente.
Nonostante la relativa popolarità delle cargo bike in Germania, due terzi dei partecipanti non ne avevano mai provata una prima del test.

I partecipanti

La ricerca ha osservato che non c’è un settore economico che si presti meglio di altri all’utilizzo delle bici cargo: il commercio, spesso associato al concetto di trasporto in bicicletta, rappresenta solo il 7% dei partecipanti.
Il 28% delle aziende interessate opera nella fornitura di servizi, e un altro 23% è diviso equamente tra manifattura ed edilizia.

La prova delle cargo bike: i risultati

Complessivamente, il progetto ha generato circa 30.000 viaggi in cargo bike per un totale di 307.100 km, più di 7 volte il giro della circonferenza terrestre.
Due terzi degli spostamenti, prima del test, sarebbero stati effettuati con veicoli a combustione interna; in soli tre mesi, il progetto ha evitato l’immissione in atmosfera di 50 tonnellate di CO2.

Questa diminuzione dell’impatto ambientale comporta uno svantaggio in termini di tempo?

Il rapporto ci dice di no: per tragitti fino a 20 km, le bici cargo sono più veloci nel 40% dei casi e nel 50% dei casi lo svantaggio rispetto ai furgoni è inferiore a 10 minuti.
Soprattutto, è importante notare che questo conteggio non considera il tempo necessario per la ricerca del parcheggio: in un caso di utilizzo reale, la cargo bike ne esce nettamente avvantaggiata.

“Si possono calcolare i tempi di spostamento quasi al minuto, perchè si viaggia liberi dal traffico. La bici cargo completerà il mio parco veicoli non solo per i vantaggi economici, ma anche per aumentare la qualità della vita nel lavoro di tutti i giorni.”

Simon Koepke, giardiniere, Amburgo

“La capacità di carico è sorprendente, specialmente in rapporto all’efficienza con cui riusciamo ad effettuare le consegne per la nostra attività”

Honig, apicoltura, Loewenstein

“Mi sono stupito di come in cargo bike si arrivi senza stress alla porta del cliente: molto più rilassato e veloce che in furgone. Attrezzature e ricambi si trasportano in modo comodo e sicuro. Per quanto mi riguarda, non ne posso più fare a meno.”

Wolfgang Reiserer, vendita e assistenza per impianti audio, Augsburg

Le dichiarazioni riportate rendono l’idea di una esperienza complessivamente positiva: i partecipanti hanno apprezzato la facilità nel muoversi in città evitando stress e perdite di tempo, guadagnandone in salute e produttività.

Il 32% dei partecipanti ha acquistato una bici cargo nei 6 mesi successivi all’iniziativa, ancora prima dell’entrata in vigore degli incentivi federali: da marzo 2021, il governo tedesco finanzia fino al 25% del prezzo di acquisto di una cargo bike, per un massimale di 2.500 €.

Una bici cargo può fare la differenza non solo in termini di impatto ambientale, ma anche per il risparmio di tempo e di denaro, per il beneficio al benessere dei lavoratori e per l’immagine che dà dell’azienda.

Scarica l’ebook “Cargo e-bike per la logistica delle merci”

copertina ebook logistica bergamont

Masterclass in Meccanica Ciclistica

Trasforma la tua passione in una professione

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti