Bici

Campagnolo è fuori dal World Tour 2024

Campagnolo è fuori dal World Tour 2024

La componentistica per biciclette di Campagnolo non sarà montata sulla flotta di nessuna squadra del World Tour 2024: la casa vicentina, per la prima volta in 70 anni di corse, perde la “serie A” del ciclismo professionistico, essendo venuta meno la partnership con Decathlon – Ag2r La Mondiale, che il prossimo anno sarà equipaggiata con componentistica Shimano. Si tratta della fine di un’era?

“Campagnolo conferma che la partnership con la Ag2r si è conclusa e che la separazione è avvenuta in modo amichevole. Attualmente non ci sono annunci da fare riguardo partnership di Campagnolo nel ciclismo professionistico per la stagione 2024“, ha sottolineato l’azienda vicentina rispondendo alle voci di stampa.

Campagnolo e le collaborazioni nel World Tour

Bici De Rosa 70 Campagnolo Super Record Wireless

La storia recente, analizzando i dati, mostra un assottigliamento continuo e progressivo delle partnership: nel 2020 erano ben 25 le squadre professionistiche del World Tour con bici montate Campagnolo, ridottesi anno su anno a 18, 12, 6. E attualmente per il 2024 l’unica squadra professionistica – presente però alle massime competizioni solo su invito – che continuerà a utilizzare componentistica Campagnolo sarà la VF Group – Bardiani CSF – Faizanè correndo su bici a marchio De Rosa. Nel recente passato Campagnolo ha terminato alcune collaborazioni importanti con squadre come Movistar, Lotto Soudal e soprattutto con la UAE Team Emirates, la più vincente negli ultimi anni.

Shimano e Sram

Nel panorama attuale Shimano detiene le leadership come sponsor diretto di quattro squadre del World Tour ma è scelto anche da molte altre in alternanza con Sram. Per il prossimo campionato, a meno di clamorose novità, Campagnolo non sarà nella massima serie del ciclismo mondiale. Per la prima volta negli ultimi 70 anni.

ebook

Tutto quello che vuoi sapere sulla scelta, manutenzione e meccanica della bicicletta lo trovi tra gli ebook
scarica ora

Commenti

  1. Avatar Gianni ha detto:

    Nel top di gamma la scelta è pilotata anche (e sopratutto) per una questione di prezzo.

  2. Avatar Marco ha detto:

    Eppure Campagnolo con il suo gruppo Gravel a 13v dimostra grande vitalità. Che sia una crisi passeggera ?

  3. Avatar itoando ha detto:

    E’ un altro sintomo della decadenza industriale e progettuale dell’industria italiana, noi ciclisti, in questo caso, abbiamo molto contribuito preferendo, non sempre a ragione, prodotti esteri.

  4. Avatar Luciano giacomelli ha detto:

    mi dispiace molto.
    dopo tanti anni.

  5. Avatar Luciano giacomelli ha detto:

    mi dispiace molto.
    dopo tanti anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *