Dormire gratis in viaggio

Di seguito un elenco di comunità in rete dedicate alla scambio di ospitalità gratuito tra viaggiatori e modi per viaggiare dormendo gratis: un modo per vivere ancora meglio le realtà locali e perché no, per risparmiare i soldi per gli ostelli.
Le più famose:

Couchsurfing

couchsurfingCouchsurfing.org è la più conosciuta di queste community, unisce viaggiatori di tutti i generi e le nazionalità. Non è necessario offrire ospitalità per poterla ricevere, sebbene ospitare tanti viaggiatori e ricevere da loro feedback positivi aiuti notevolmente a trovare disponibilità al momento del bisogno.


Warmshowers

warmshowersIl funzionamento è lo stesso di Couchsurfing ma la community di Warmshowers.org è nata per unire esclusivamente i viaggiatori in bici di tutto il mondo. Ad oggi sono iscritte diverse migliaia di utenti ma di questi pochi italiani. Chissà che le cose non cambino.


WWOOF

wwoofWWOOF è invece leggermente diverso. Attraverso questo sito è possibile ricevere ospitalità (vitto e alloggio), in Italia e nel mondo, presso fattorie, agriturismi, alpeggi ecc, contribuendo ai lavori di casa. Le mansioni sono diverse, dalla cura delle piante, della terra o della casa stessa. Il periodo di sosta non deve essere necessariamente lungo, ci sono attività/famiglie che hanno bisogno anche solo per qualche giorno.


Dormire gratis in Sardegna

Casa cantoniera sardegna
In Sardegna lungo la strada statale ss125, (Orientale Sarda) sono saltuariamente dislocate delle vecchie case cantoniere dismesse e ora libere. Durante il viaggio in Sardegna in bici un pernottamento è avvenuto proprio presso una di queste case, anzi per l’esattezza in quello che prima era l’edificio che ospitava il bagno (in foto). Ovviamente non sono il massimo della pulizia ma può essere una buona sistemazione di fortuna visto che in Sardegna il campeggio libero, specie in alcune zone, è severamente punito, con multe di diverse centinaia di euro.

Dormire gratis in Turchia

mescid turchiaIn Turchia è possibile dormire presso le stazioni di servizio nelle “mescid”, camerette arredate di soli tappeti e normalmente destinate alla preghiera dei dipendenti. Nel viaggio dall’Austria alla Siria in bici, in Turchia in ogni stazione di servizio ci veniva offerto di dormire gratuitamente in una di queste mescid, dove è possibile stendere il sacco a pelo. E’ una sistemazione davvero interessante, perché le camere, pur non arredate sono pulite e curate, e inoltre ci si intrattiene a cena con i dipendenti entrando davvero i contatto con la gente locale. Tanta ospitalità ricevuta in Turchia probabilmente non è dovuta soltanto alla generosità dei turchi ma è anche un’importante indicazione che suggerisce il Corano in tempo di Ramadan (proprio quello in cui eravamo…)

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.899
Acquista
Meccanica per bici da corsa e gravel
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti