MENU

La Serra con la bitumara!

Italia, Itinerari, Piemonte • di

serra-vercelli-bici

Per i Vercellesi il giro de “La Serra” è un classicissimo, gruppetti e grupponi partono alla volta di questo “tour” sulla Serra Morenica di Ivrea che divide come una lunga cicatrice di origine glaciale la provincia di Torino da quella di Biella, ed è la più grande formazione del genere esistente in Europa.

Mappa

Altimetria

altimetria-serra-bike-vercelli
Traccia gps gps-santiago Mappa kml Mappa del percorso

Dove dormire (10% di sconto)

abbaino
La mia partenza è da Vercelli con la bitumara, di buon mattino e “colazionato” come si deve, una giornata di sole (ho cantato troppo presto!) fra questo mese di Giugno davvero all’insegna del tempo variabile, l’estate ancora non si è vista e si farà attendere! Prediligo come sempre strade secondarie, quando possibile, e poco trafficate da percorrere in solitaria, la direzione inizialmente è quella per Torino, sarà noiosa ma anche la meno rischiosa, Larizzate e poi Lignana per percorre i lunghi rettilinei fino a Crova, poi direzione Tronzano V.se e Alice Castelo dove finalmente si lascia la pianura sommersa dalle risaie e sempre tutta uguale a boschi e colline dolci per giungere al lago di Viverone in località Comuna.

Aggirato per un breve tratto il lago in senso antiorario e giunto al Lido di Viverone proseguo sulla strada statale 228 in direzione Ivrea, trafficata ma decisamente dalle ampie carreggiate e percorribile in tutta sicurezza, giunto a Bollengo inizia la famosa salita, costante e mai impegnativa fino a raggiungere località Broglina, da qui ancora qualche centinaio di metri per scollinare e iniziare a scendere nel Biellese, invece di seguire le indicazioni per Biella ho fatto una piccola variante per Torrazzo e Sala Biellese, le intenzioni erano quelle di fare la Andrate – Oropa lungo il Tracciolino, purtroppo nubi scure scendevano dalla Val d’Aosta facendomi cambiare itinerario.

Tornato quindi sulla SS338 in direzione Biella ho pensato di salire verso Oropa passando dal parco della Burcina a Pollone per poi dirigermi verso Favaro, anche qui il cielo non prometteva nulla di buono ma giunto a Occhieppo Superiore ho deciso di provarci ugualmente, giunto a poche centinaia di metri da Pollone ha iniziato a piovere intensamente e quindi non potuto far altro che girare la bici e scendere a Biella per poi far ritorno per la direttissima statale fino a Vercelli per rientrare a casa non del tutto soddisfatto.





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *