La bici, la preferita dai manager per fare affari

13 Maggio 2013

bici-business

Se pensiamo alla figura del manager di un’azienda, ci vengono in mente signori (o signore) ben vestiti, sempre di corsa, alla guida di roboanti macchine di grossa cilindrata. Il loro passatempo preferito? Il golf, naturalmente, dove incontrare persone come loro e fare affari fra una buca e l’altra. Eppure, non è sempre così: la umile bici è sempre più usata nel mondo del business, sia come mezzo di trasporto quotidiano che come mezzo di socializzazione, tanto che del fenomeno ne ha parlato anche il prestigioso settimanale britannico The Economist.

Sempre più aziende organizzano delle “biciclettate” con colleghi, clienti e potenziali partner d’affari; il ciclismo è visto infatti come un’attività meno competitiva rispetto al golf, dove si gioca “tutti contro tutti”. Quando si pedala insieme, invece, si collabora, andando per esempio a turno davanti per permettere a chi segue di faticare di meno in scia. Più in generale, come sa bene chi pedala regolarmente con amici, si diventa più aperti, più disposti a condividere le proprie esperienze. Questo crea un’atmosfera che continua anche una volta scesi di sella, e che permette di concludere affari più agevolmente.

Fra i progetti più ambiziosi vi sono anche veri e propri viaggi di più giorni in bici. Peter Murray, un architetto britannico, ha iniziato nel 2005 il “Cycle to Cannes“: ogni anno, insieme a dei colleghi del settore, si pedala insieme da Londra fino alla cittadina francese sul mar Mediterraneo, arrivando in tempo per l’inizio di una fiera del settore. Con questa occasione inoltre si raccolgono fondi che vanno in beneficenza. La partecipazione a quest’iniziativa è gradualmente cresciuta negli anni, e all’edizione dello scorso marzo hanno preso parte ben 80 professionisti del settore. Murray, chiamato a commentare l’utilità della “Cycle to Cannes” dal punto di vista strettamente affaristico, ha affermato: “se in una riunione di lavoro trovo qualcuno che ha pedalato con noi, l’affare è fatto“.

Il successo dell’iniziativa ha portato ad un progetto ancora più ambizioso: quest’anno Murray ha fondato la “Portland to Portland“: i 90 professionisti che vi partecipano, partiti dalla costa occidentale degli USA il 27 aprile, arriveranno fra qualche settimana a Londra. Durante il tragitto, sperimenteranno in prima persona le infrastrutture ciclistiche di diverse città americane e britanniche, promuovendo i benefici del ciclismo urbano.
È anche da iniziative come questa che passa la promozione dell’uso della bici; i manager che pedalano, ad esempio, saranno ben disposti verso progetti come il “Cycle to Work“, che permette il noleggio di attrezzatura ciclistica da parte degli impiegati di un’azienda che vogliano recarsi al lavoro in bici.

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.799
Acquista
Masterclass in Biomeccanica del Ciclismo
1.499
Acquista
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti