Samsung Smart Bike: hi-tech per la sicurezza

3 Luglio 2014

bici3-1100x756

Non è la prima e certamente non sarà l’ultima, di bike hi-tech uscite sul mercato, in un momento di grazia come quello che sta vivendo la bicicletta in cui vengono presentati modelli ipertecnologici ma spesso non adatti per un uso quotidiano. La vera novità della Samsung Smart Bike, presentata durante l’ultima Milano Design Week da Samsung Maestros Academy, è proprio questa: aver sfruttato la tecnologia per creare un prodotto non da vetrina ma rivolto al ciclista urbano, che pedala tutti i giorni talvolta affrontando qualche pericolo. La sicurezza infatti sembra, nei limiti del possibile, venire prima di tutto.

Le novità della Samsung Smart Bike in questo senso sono diverse: in primo luogo la dotazione di una videocamera posteriore che trasmette le immagini al ciclista su uno smartphone posto sul manubrio: una sorta di specchietto retrovisore permanente con visibilità aumentata.

Samsung_smart_bike

La seconda novità è costituita da un sistema di quattro proiettori laser integrati che proiettano una corsia ciclabile luminosa che dovrebbe proteggere il ciclista con il buio. Inoltre, la bici è dotata di un sistema di tracking GPS che tiene traccia dei percorsi più battuti ed è in grado di segnalare eventuali note sulla sicurezza dei percorsi stessi alle autorità locali.

Per quanto riguarda il telaio, è costituito da tubi curvi in alluminio in grado di attutire anche le sollecitazioni delle strade più accidentate come quelle delle grandi città.

Commenti

2 Commenti su "Samsung Smart Bike: hi-tech per la sicurezza"

  1. Michele ha detto:

    Verissimo Arturo, ma quando si parla di hi tech e di smartphone, oggi come oggi……..

  2. Arturo Bandini ha detto:

    Come si può parlare di sicurezza e uso quotidiano quando (almeno dalle foto) non si vedono campanello, catarifrangenti sui pedali, freno posteriore, luce anteriore, luce posteriore, parafanghi, portapacchi ?
    Bello lo smartphone, carina la pista ciclabile virtuale (ma è a norma ?) bella la linea ma a me non pare né una bici sicura e tantomeno una bici per l’uso quotidiano cittadino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti