Silvana Pampanini, bellezza in bicicletta - Bikeitalia.it

Silvana Pampanini, bellezza in bicicletta

6 Gennaio 2016

SILVANA_PAMPANINI_BELLEZZA_IN_BICICLETTA
“Ma dove vai bellezza in bicicletta, così di fretta pedalando con ardor?”. Il ritornello, fin dagli Anni Cinquanta, è entrato nell’immaginario collettivo di tanti ciclisti grazie alla figura di Silvana Pampanini: cantante, attrice e diva del mondo dello spettacolo italiano e internazionale che oggi ci ha lasciato. Aveva compiuto 90 anni il 25 settembre scorso.

Il futuro di Silvana, classe 1925, doveva essere quello di cantante lirica: ma la sua insegnante di canto, nel 1946, la iscrisse a sua insaputa al concorso di Miss Italia da cui riuscì a ottenere – oltre al primo posto ex aequo – una grande visibilità che le aprì ben presto le porte del cinema. Nel 1951 il film “Bellezze in bicicletta” la vide protagonista accanto a Delia Scala e la canzone-tema della pellicola – cantata dalla stessa Pampanini – diventò un tormentone in tutta Italia. Un mini documentario dell’Istituto Luce ci racconta il “dietro le quinte” del film:

Oggi che se n’è andata ci piace ricordarla così: come una bellezza in bicicletta “con i capelli al vento, col cuor contento e col sorriso incantator”. Ciao Silvana.

Bellezza in bicicletta

Ma dove vai bellezza in bicicletta
così di fretta pedalando con ardor?
Le gambe snelle tornite e belle
m’hanno già messo la passione dentro al cuor!

Ma dove vai con i capelli al vento
col cuor contento e col sorriso incantator?
Se tu lo vuoi o prima o poi
arriveremo sul traguardo dell’amor!

Se incontriamo una salita
io ti sospingerò
e stringendoti alla vita,
d’amor ti parlerò.

Ma dove vai bellezza in bicicletta,
non aver fretta resta un poco sul mio cuor
lascia la bici dammi i tuoi baci
è tanto bello far l’amor!

Quando, a primavera, per le strade
passa il “Giro” gridan tutti ai corridor:
Dai, dai, dai, dai, dai, dai!
Dai, dai, dai, dai, dai, dai!

Ma se una maschietta in bicicletta
passerà vedrai che ognuno, là per là
la testa girerà e allegro canterà

Se incontriamo una salita
io ti sospingerò
e stringendoti alla vita,
d’amor ti parlerò.

Ma dove vai bellezza in bicicletta,
non aver fretta resta un poco sul mio cuor
lascia la bici dammi i tuoi baci
è tanto bello far l’amor!

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti