Intersezioni intelligenti, incroci più sicuri (video) - Bikeitalia.it

Intersezioni intelligenti, incroci più sicuri (video)

3 Maggio 2016
A rendering of the BikeScout system (Credit: Heijmans)

A rendering of the BikeScout system (Credit: Heijmans)

Eindhoven è una città dei Paesi Bassi che viene spesso citata per le sue infrastrutture ciclabili all’avanguardia e recentemente ne sta sperimentando una che mira ad accrescere la sicurezza: sono state installate luci a led in diversi incroci stradali per avvisare i conducenti di auto dei ciclisti in avvicinamento.

La nuova tecnologia, chiamata BikeScout, traccia la velocità e la posizione sia delle vetture che dei ciclisti o pedoni attraverso la tecnologia radar. Se c’è un rischio di collisione, lampeggia verso il conducente dell’auto luci a led incorporate nella strada per avvertirlo, come riporta il portale NextCity.

Il primo sistema ufficiale è stato installato a marzo scorso in un incrocio particolarmente affollato nella città olandese: il controllo del traffico locale è in grado di monitorare BikeScout attraverso un’app, e utilizzare i dati registrati dal sistema per aiutare con la pianificazione futura. Proprio di sicurezza agli incroci si parlerà anche a Verona, dal 14 al 16 settembre 2016, nell’ambito di CosmoBike Mobility, il salone dedicato alla mobilità in ambito urbano. Intanto circola un video che illustra la portata innovativa della tecnologia BikeScout:

Joziene van de Linde, l’amministratore delegato di Heijmans, la società che ha progettato BikeScout, ha spiegato la portata innovativa della tecnologia: “Quello che vediamo è che, anche se l’Olanda è un Paese piuttosto sicuro in termini di sicurezza del traffico, abbiamo ancora bisogno di migliorare, in particolare sulle intersezioni. Inoltre vediamo sempre più biciclette elettriche e le differenze di velocità tra i diversi tipi di ciclisti sono in realtà in aumento, ma non tutti i guidatori sono consapevoli di queste differenze”.

Anche se i ciclisti a Eindhoven dicono di sentirsi più sicuri all’incrocio ora, l’alto costo del sistema probabilmente non lo farà diventare la norma in fretta. Il costo d’installazione del sistema BikeScout è vicino ai 40.000 euro e ogni anno l’impianto avrà un costo di altri 1.000 euro per la manutenzione.

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti