MENU
fancy women bike ride 2019

“Via le auto dai Fori pedonali”, la petizione dell’ex sindaco Marino

News • di 3 Agosto 2016

I Fori Imperiali di Roma, celebri in tutto il mondo, sono pedonalizzati solo in parte e l’ex sindaco Ignazio Marino, esattamente 3 anni dopo il provvedimento di chiusura alle auto dell’area limitrofa al Colosseo, ha lanciato una petizione sulla piattaforma Change.org per chiedere alla sindaca Virginia Raggi e all’assessora alla Città in Movimento Linda Meleo di rendere effettiva la pedonalizzazione. Una petizione che, nelle prime 24 ore dal lancio, viaggia verso le 10mila firme.

FORI_PEDONALI_ROMA

“Il 3 agosto 2013, poco più di un mese dopo le elezioni di giugno, la nostra Giunta avviò la pedonalizzazione dei Fori Imperiali. Nei mesi successivi la notte, invece che con i fanali delle 40.000 automobili che li attraversavano quotidianamente, li illuminammo prima con gli spettacoli di Piero Angela e Paco Lanciano e poi con le luci di Francesca e Vittorio Storaro”. Questo l’incipit della petizione scritta dall’ex sindaco Ignazio Marino.

L’idea alla base della pedonalizzazione era di riqualificare l’intera area archeologica eliminando il passaggio delle auto e la presenza dei camion-bar. L’argomento è tornato di attualità in questi giorni perché, dopo 3 anni, “quest’anno ad agosto il disegno si doveva completare con la chiusura totale: avviata ad agosto proprio per creare meno disagi. La scelta è semplice: i monumenti patrimonio dell’umanità o le automobili?”, scrive l’ex sindaco di Roma nella sua petizione.

E, ancora, si domanda: “Cosa farebbero i sindaci di New York o Parigi se avessero l’area archeologica più importante del pianeta? La proteggerebbero come patrimonio inestimabile o la riaprirebbero al traffico e ai gas di scarico? Credo di sapere cosa farebbero”.

La questione, comunque, appare più complessa di quanto non sembri in realtà: l’area dei Fori Imperiali è occupata dal cantiere della Metro C che sarà operativo ancora per anni, con necessità di far transitare i mezzi da lavoro per poter completare l’opera. Peraltro, tra le giustificazioni addotte dall’assessora Linda Meleo c’è il rischio di una penale di 150mila euro al giorno al Comune di Roma nel caso in cui impedisse lo svolgimento dei lavori, chiudendo a tutti i mezzi a motore l’accesso ai Fori Imperiali e dunque al cantiere della Metro C.

Questa petizione vuole spronare la Giunta guidata da Virginia Raggi a proseguire il lavoro intrapreso sul fronte della pedonalizzazione dei Fori dall’ex sindaco Ignazio Marino: riuscirà nel suo intento?

banner-partecipaA proposito di pedonalizzazioni, a Verona dal 14 al 16 settembre 2016 si terrà CosmoBike Mobility, la prima expo-conference in Europa dedicata alla ciclabilità urbana.







Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *