MENU
viaggi girolibero

Firenze, Lungarno Torrigiani riapre (ma senza ciclabile)

News • di 4 Novembre 2016

lungarno_torrigiani_firenze_crollo
Le immagini del crollo del Lungarno Torrigiani, il 25 maggio scorso, avevano fatto il giro del mondo: nel cuore di Firenze, tra Ponte alle Grazie e Ponte Vecchio, un lungo tratto di strada era venuto giù a causa di uno smottamento dovuto alla rottura di una condotta idrica. Un’enorme voragine che aveva inghiottito le auto in sosta e fatto sprofondare la sede stradale. Oggi, 4 novembre, a meno di sei mesi dal crollo e dopo 35mila ore di lavoro per ripristinare l’area il Lungarno Torrigiani riaprirà alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella: nella data-simbolo del cinquantesimo anniversario dell’alluvione del 1966 che sommerse Firenze, che si risollevò grazie agli “angeli del fango” che vennero da tutto il mondo per ripulire la città.

Il lavoro di ripristino del Lungarno Torrigiani, fatto a tempo di record, rappresenta un buon risultato per la zona interessata dal crollo ma purtroppo si nota un’assenza, come sottolinea l’Associazione Fiab FirenzeInBici: “Il presidente Mattarella avrebbe potuto vedere il nuovo che avanza; avrebbe potuto vedere che Firenze dà spazio alla mobilità sostenibile; avrebbe potuto vedere un pezzo della ciclopista dell’Arno passare forse nel punto più bello e caratteristico dell’intero corso del fiume. Avrebbe potuto. Ma non lo vedrà. Non lo vedrà perché la ciclopista non l’hanno fatta”.

lungarno_torrigiani_firenze

La richiesta di realizzare il percorso ciclabile sul Lungarno Torrigiani – con un doppio senso sicuro per chi pedala – era stata portata avanti da FirenzeInBici poco prima del crollo – il 6 maggio 2016 – con un flash mob per evitare ai ciclisti di passaggio di andare “abusivamente controcorrente” in un tratto strategico come quello compreso tra Ponte alle Grazie e Ponte Vecchio:

Grazie ai lavori di rifacimento dell’area crollata si sarebbe potuta realizzare presto e bene la ciclopista in questione, dando una nuova impronta ciclabile al Lungarno Torrigiani e alla città di Firenze: invece non solo non è stata realizzata, ma è stata esattamente ripristinata la viabilità precedente con tanti posti auto a ridosso dei marciapiedi per parcheggiare comodamente con vista sull’Arno. Con buona pace di chi pedala e dovrà continuare a farlo “abusivamente controcorrente” sul Lungarno Torrigiani.






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *