10mila morti all’anno in meno possibili grazie alla bici nelle città europee

17 Gennaio 2018

Secondo uno studio pubblicato su “Preventive Medicine” sono 10mila all’anno le morti premature che potrebbero essere evitate nelle città europee se aumentasse l’uso della bici.

bici in città

Ormai è difficile che passi troppo tempo senza che venga pubblicato un nuovo studio sui benefici per la salute dell’uso della bici. L’ultimo in ordine di tempo è stato condotto dai ricercatori dell’Istituto di salute globale di Barcellona (ISGlobal), con la collaborazione fra gli altri di Roma Servizi per la Mobilità nella persona di Francesco Iacorossi.

In estrema sintesi, il risultato di questa ricerca è il seguente: se in 167 città oggetto dello studio si raggiungesse una percentuale di spostamenti in bici pari al 24,7% si eviterebbero più di 10mila decessi prematuri all’anno.

A questa cifra si è arrivati prendendo in considerazioni vari fattori, come si può leggere nel testo originale dell’articolo (in inglese, con paywall). In particolare, la presenza di piste ciclabili indurrebbe più persone a usare la bici, e la maggiore attività fisica avrebbe un effetto positivo maggiore di tutti gli eventuali effetti negativi.

studio benefici bici

Per fare un esempio, i ricercatori stimano che se Roma avesse una fitta rete di piste ciclabili ci sarebbero 433 morti premature in meno ogni anno. Lo studio prende in considerazione anche un caso realizzabile facilmente e velocemente: un incremento delle infrastrutture ciclabili del 10%; anche in questo caso i benefici sarebbero chiari, con 21 morti all’anno in meno a Roma, 18 a Londra e 16 a Barcellona.

#Bikenomics: 70 euro di benefici ogni euro speso per la bici a Roma

Salvare vite e migliorare la qualità di vita delle persone ha un valore inestimabile. Ma ha anche un beneficio economico diretto, in termini di minori spese sanitarie. I ricercatori hanno stimato anche questi fattori. Citiamo dal comunicato stampa su romamobilita.it: “I risultati mostrano, come per la salute, che i migliori rapporti costi-benefici sarebbero ottenuti già con un aumento del 10% della rete ciclabile, in cui il rapporto delle prestazioni per euro speso sarebbe fino a 70 a 1 nel caso di Roma, 62 a 1 nel caso di Zurigo e 35 a 1 nel caso di Barcellona”.

RIflettiamo un attimo: abbiamo un’agenzia ufficiale del Comune di Roma, sempre in crisi finanziaria, che afferma che investire nella bici avrebbe un beneficio pari a 70 volte l’investimento.

“Una combinazione di misure “push&pull” che rendano le auto poco allettanti attraverso politiche volte a rendere più attraenti i trasporti pubblici e la bicicletta sarebbe il modo ottimale per migliorare la salute e il benessere nelle città europee “, afferma la ricercatrice dell’ISGlobal Natalie Mueller.

Lo studio è stato finanziato dalla Commissione Europea tramite il progetto PASTA (Physical Activity Through Sustainable Transport Approaches).

I risultati di questo studio sono pienamente compatibili con quelli di un altro studio di cui abbiamo parlato recentemente, che prendeva in considerazione il gruppo di città C40: leggi tutti i dettagli qui.

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.799
Acquista
Meccanica Base 1
199
Acquista
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti