MENU

Centro America in bici. Nicaragua, Costa Rica e Panama

Diari, News • di 22 Marzo 2018

E’ curioso notare che i paesi del centro America non siano molto gettonati da parte dei cicloturisti. Anche in rete non si trova molto. Tra l’altro, quali paesi caraibici, hanno una forte vocazione turistica giustificata anche dalla oggettiva bellezza dei luoghi dal clima favorevole da un costo tutto sommato abbordabile, con l’unica eccezione del Costa Rica dove i prezzi son decisamente più alti. Conoscevo abbastanza bene Panama, o meglio le isole San Blas sul lato Atlantico del paese, per averci veleggiato qualche mese e le ricordavo come un vero paradiso incontaminato.

Fine gennaio e inizio febbraio da noi, come si sa, sono i mesi piu freddi e la tentazione di svernare al caldo è stata determinante nello scegliere la meta unitamente al fatto che ci piace cercae ed esplorare nuove mete inconsuete.

Il percorso studiato consisteva in un tragitto che da Managua, capitale de Nicaragua, arrivava fino alla città di Panama, la capitale dell’omonimo stato.
Una cosa divertente era l’idea di effettuare due coast to coast del continente americano. Qualcuno potrà farmi osservare che ci piace vincere facile, visto che si parla della parte piu stretta del continente, ed è impossibile dargli torto ma è stato pur sempre un saltare da un oceano all’altro con caratteristiche climatiche e morfologiche completamente differenti.

Si tratta di un percorso che supera di poco i 1.600 Km e che, con i suoi 18.000 metri di dislivello, si è comunque dimostrato abbastanza impegnativo. Infatti nonostante i rilievi montuosi del centro America non siano particolarmente pronunciati, altezza massima del viaggio 1.200 msl, nell’attraversare due volte la dorsale Panamense abbiamo incontrato salite dalle lunghezze significative con pendenze oltre il 10% con punte fino al 14%.

Abbiamo viaggiato leggeri, senza tenda e sacco a pelo, contando di dormire sempre negli gli alloggi trovati lungo la strada. Cosa che con l’unica eccezione del Costa Rica, si è dimostrata anche molto economica. Intendiamoci, non che il Costa Rica sia sproporzionatamente caro, lo è solo se viene paragonato agli altri paesi della zona, dove per dormire è facile spendere poco più di 10$ a notte in due.

La maggior parte del viaggio si è svolta in mezzo ad una foresta pluviale di straordinaria bellezza, su una strada poco trafficata che si snodava in mezzo ad una vegetazione quanto mai varia e impressionante. E per quanto il Costa Rica vanti la presenza di un ecosistema quasi unico a noi è piaciuta di più Panama. Forse più selvaggia e meno turistica ma in alcuni tratti ci ha letteralmente lasciato senza parole e…molto bagnati. Non a caso parliamo di foreste pluviali. Io credo che il video valga più di mille parole. Le tracce del viaggio, se interessati si possono recuperare su Strava.

Video





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *