MENU

Pubblicità che pedalano: tutti in sella per la Bicifestazione

News • di 1 aprile 2018


+++ Vi è piaciuto il nostro Pesce d’Aprile in bicicletta? ;) +++

Il 28 aprile si avvicina e si moltiplicano le iniziative a sostegno della Bicifestazione, la grande manifestazione a pedali che si terrà ai Fori Imperiali con migliaia di cittadini in bici provenienti da tutta Italia che s’incontreranno a Roma per unire le loro voci e chiedere strade più sicure e città più vivibili.

Una manifestazione politica, ma non partitica, con un messaggio trasversale di positività che ha trovato l’appoggio di alcuni grandi marchi italiani ma anche di multinazionali che – in vista della Bicifestazione – hanno reinterpretato “in chiave bici” le loro pubblicità più famose modificando l’immagine ma lasciando invariato il messaggio: dimostrando che la bicicletta è un mezzo davvero unico, che può essere declinato in diverse maniere ma resta valido nella sua essenza per l’idea di libertà che riesce a comunicare*.

Dalla pasta Barilla alla Birra Moretti, dalla Coca-Cola alla Red Bull, dalla Banana Chiquita “10 e lode” al Mulino Bianco e alla moka Bialetti, dall’Adidas alla Nike. E ancora: Banca Mediolanum, Nespresso, Apple, IBM e Tim. L’entusiasmo con cui alcuni dei più famosi marchi del mondo hanno aderito alla richiesta di un messaggio a favore della Bicifestazione ha lasciato piacevolmente sorpresi anche gli organizzatori, come apprende in esclusiva Bikeitalia: “Qualche settimana fa, quando è nata l’idea di questa manifestazione nazionale esattamente sei anni dopo quella del 28 aprile 2012 di #Salvaiciclisti che portò a Roma decine di migliaia di persone in bici, avevamo contattato una cinquantina di aziende molto note e sensibili al tema della ciclabilità per capire se potessero darci una mano a diffondere il messaggio: il fatto che ci abbiano risposto in ventuno è stato un grande risultato che ci riempie di gioia e di speranza, per un futuro sempre più all’insegna della bicicletta”.

Per l’occasione Apple, ha rispolverato una vecchia creatività realizzando un manifesto con il bacio di una coppia in bici al posto della mela morsicata e il claim “Think different” a sostegno della Bicifestazione.

“Dove c’è bici c’è casa”, questo il messaggio del noto marchio italiano della pasta Barilla.

Nella dieta di chi pedala un alimento sano e nutriente per recuperare le forze è la banana e Chiquita (che si è ribattezzata Bichiquita) lo sa bene e lo conferma sottolineando che “è sempre la scelta migliore”.

Lo storico marchio Mulino Bianco è diventato “Mulino Bici” e – in vista del 28 aprile – promuove le pedalate quotidiane: “Il modo giusto per cominciare la giornata”.

La birra è una bevanda molto amata dai ciclisti e Birra Moretti ha scelto di modificare il logo e anche la sua data di fondazione: dal 1859 al 1817, anno in cui fu inventata la bici, promuovendo “il gusto della semplicità” senza ulteriori artifici grafici.

Il caffè italiano più famoso del mondo, quello fatto dalla caffettiera moka Bialetti, dà “più valore alla vita quotidiana” grazie alla bicicletta.

La risposta del principale produttore di capsule al mondo, Nepresso, non poteva essere da meno e strizza l’occhio al fatto che la Bicifestazione si terrà nel cuore di Roma declinando il suo messaggio in romanesco: “‘Na Bici, what else?“.

La Red Bull, che in questi anni ci ha abituato a fantastici video di imprese ciclistiche in giro per il mondo, si è trasformata in Red Bike che “ti mette le ali…”

Il carattere inconfondibile della Coca-Cola è stato utilizzato dal colosso del beverage per reinterpretare il loro claim: “Enjoy BiCycle”.

La risposta della Pepsi-Cola, con una bici disegnata nel logo, è un vero e proprio inno alla mobilità nuova: “bici – When There’s No Car”.

Tim, principale operatore di telefonia mobile d’Italia, invita alla Bicifestazione e a “Vivere senza confini”. Naturalmente in bicicletta.

Nokia ha sostituito semplicemente il proprio nome con “Bike” lasciando invariato il claim: “Connecting People”, in effetti la bici è davvero un ottimo mezzo per mettere in contatto le persone e coprire in breve tempo le distanze in città sempre più ostaggio del traffico motorizzato.

IBM supporta la Bicifestazione del 28 aprile individuando le bici come risposta ai problemi della mobilità urbana: “Soluzioni per un piccolo pianeta”.

Il marchio sportivo Nike per l’occasione diventa “Bike” e il claim “Just do it” è sormontato da diversi tipi di mezzi ecologici a pedali, dalla cargo al monopattino.

Adidas non è stata da meno e ha trasformato il suo logo in un pronunciato rilievo da scalare in bici accompagnato dall’imperativo: “Pedala, impossible is nothing”.

Tra gli istituti di credito ha aderito alla Bicifestazione Banca Mediolanum che, in omaggio alla tradizione telaistica italiana del “su misura”, ha declinato il suo messaggio in “bicicletta: costruita intorno a te”.

Il circuito di pagamento elettronico Visa coglie l’occasione per legare il suo claim alla bici: “It’s everywhere you want to be”, davvero un mezzo di trasporto veloce e universale.

Gli organizzatori della Bicifestazione hanno reinterpretato il logo dell’amaro italiano Fernet Branca in omaggio a quello che hanno di più caro: “Sopra-tutto bici”.

Per l’occasione lo storico liquore di carciofo Cynar, “l’amaro vero ma leggero”, è diventato “Cyclar” e ha sfoderato la sua frase cult “contro il logorio della vita moderna”.

Marchi nazionali e internazionali hanno capito l’importanza del messaggio di positività veicolato dalla Bicifestazione e hanno deciso di metterci la faccia per sostenere questa battaglia di civiltà verso una società più a misura di bicicletta in cui pedalare sia un diritto di tutti. E migliaia di cittadini in bici diranno forte e chiaro il 28 aprile in bici ai Fori Imperiali di Roma: “Cambiamo noi la strada“.

*>>> Avete visto che giorno è oggi? Buona Pasqua e… Buon 1 Aprile ;)

+++ Riceviamo e pubblichiamo la comunicazione ricevuta da McDonald’s in data 04/04/2018: come da loro richiesta formale abbiamo prontamente rimosso il contenuto in oggetto (pubblicato su Bikeitalia il giorno 01/04/2018 all’interno di questo articolo +++

Gentile Direttore,

abbiamo constatato già prima della vs comunicazione, la presenza non autorizzata della denominazione McDonald’s e del logo, sul vs sito.
Che si tratti o meno di uno scherzo e/o di una iniziativa benefica, ciò non toglie che il marchio è protetto da diritti di copyright e ha una tutela internazionale. Non v’è dubbio che il logo sia stato arbitrariamente da Voi utilizzato e addirittura, alterato, senza neppure richiedere autorizzazione al legittimo titolare del marchio.
Rimane, dunque, in capo a Voi ogni responsabilità conseguente allo svolgimento della predetta attività.
Ciò posto, con la presente Vi invitiamo e diffidiamo a rimuovere immediatamente dal sito e da ogni altra vostra pagina social, il logo indebitamente da Voi utilizzato, dandocene immediata evidenza.
In mancanza ci vedremo costretti a valutare ogni e più adeguata azione volta a tutelare i diritti ed interessi del Gruppo McDonald’s nelle opportune sedi.

Certi di un Vs tempestivo riscontro, poniamo
distinti saluti.

Servizio Clienti / Customer Service
McDonald’s Development Italy LLC





Una risposta a Pubblicità che pedalano: tutti in sella per la Bicifestazione

  1. maxi ha detto:

    Penso che non fosse necessario rimuovere il marchio: grazie alla comunicazione di cui sopra il marchio non è più visibile…. in quanto si sono coperti di ridicolo!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *