MENU

È italiana la nuova ciclabile intelligente e modulare

Mobilità ciclistica, News, Urban • di 13 Dicembre 2018

Dalla progettazione all’effettiva realizzazione di un percorso ciclabile passa solitamente molto tempo, sia per cause burocratiche legate alle procedure di gara, sia per i tempi tecnici dovuti alla costruzione dell’infrastruttura.

Ebook "Per un approccio scientifico alla ciclabilità"

Scarica Gratis

Per porre rimedio a queste lungaggini Revo, una startup 100% italiana costituita da 4 professionisti provenienti dai diversi ambiti dell’ingegneria e del marketingha deciso di lanciare sul mercato una pista ciclabile modulare che hanno chiamato Moove.

Moove

Moove è una pista ciclabile modulare realizzata con  materiali riciclati provenienti dal recupero della plastica e degli pneumatici ormai esausti e che promette di essere una vera innovazione per il settore della ciclabilità urbana.

Secondo i produttori, questa soluzione “prefabbricata”  permetterebbe la posa su qualsiasi tipologia di terreno, garantendo così una maggiore flessibilità rispetto ai classici percorsi ciclabili.
Questa sorta di produzione in serie di piste ciclabili potrebbe ridurre notevolmente i tempi garantendo allo stesso tempo un grado di personalizzazione della futura infrastruttura, che potrebbe così essere brandizzata per venire incontro alle esigenze di eventuali sponsor.

Stando ai ragazzi di Revo, Moove potrebbe trasformarsi in una ciclabile intelligente inserendo elementi tecnologici all’interno del prodotto, come una segnaletica, un’illuminazione intelligente, dei contatori per monitorarne in tempo reale le percorrenze o dei sensori per valutare lo stato di manutenzione.

Moove può essere anche dotato di serpentine riscaldate per evitare la formazione di ghiaccio, oppure potrebbe integrare dei pannelli fotovoltaici per produrre energia garantendo una doppia funzione all’infrastruttura.

Moove

La soluzione Moove potrebbe essere un modo per sperimentare ciclabili temporanee su strade prive di infrastrutture dedicate alle biciclette, oppure come alternativa a percorsi già esistenti interrotti da cantieri stradali.






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *