MENU
Fiera del Cicloturismo - bikeitalia.it

USA, in Oregon i ciclisti potranno non fermarsi agli stop

News • di 1 Gennaio 2020

(Aggiornamento 02/01/2020: aggiunto video esplicativo finale al termine dell’articolo)

Il primo giorno del 2020 ha portato una grande novità nello Stato dell’Oregon: è entrata in vigore oggi la regola secondo cui i ciclisti non avranno l’obbligo di fermarsi agli stop, con l’accortezza di rallentare per attraversare in sicurezza e comunque dare la precedenza a chi proviene da destra.

Si tratta di un provvedimento legislativo che era stato approvato ad agosto scorso dal Senato dell’Oregon e che è effettivo a partire da oggi, primo gennaio 2020: la misura a favore della mobilità ciclistica è nota comunemente come “Idaho Stop”, perché l’Idaho è stato il primo Stato americano a permetterla nel 1982. E secondo uno studio dell’Università di Berkeley, questo ha ridotto del 14 percento gli incidenti in bicicletta.

Non si tratta di un’autorizzazione a “passare col rosso” o a “bruciare gli stop” senza criterio, ma piuttosto a evitare fermate non necessarie a chi pedala, favorendo di fatto la mobilità ciclistica: in un incrocio con buona visibilità e in assenza di veicoli che provengono da destra a cui dare la precedenza il ciclista può continuare a pedalare rallentando un po’ l’andatura per sincerarsi che non sopraggiunga nessuno.

Naturalmente questa misura non sarà immune da polemiche: se chi pedala l’accoglierà in modo favorevole, inevitabilmente ci saranno voci contrarie da parte di chi pensa che questa autorizzazione favorisca invece comportamenti spericolati da parte dei ciclisti. In ogni caso deve prevalere il buonsenso: la possibilità di non fermarsi completamente allo stop decade se sopraggiunge un veicolo da destra e/o se non è possibile attraversare l’incrocio in sicurezza.

Intanto l’Oregon, dopo l’Idaho che ha fatto da apripista seguito da Delaware e Arkansas, è il quarto Stato degli USA in cui questo provvedimento è legge. Un piccolo tassello in più per favorire la ciclabilità in un Paese in cui la cultura dell’auto è ancora molto forte e radicata. Ma il futuro-presente è e sarà sempre di più di chi sceglie di spostarsi in modo sostenibile, in sella a una bicicletta.

Un video spiega nel dettaglio i vantaggi dell’adozione di questo tipo di provvedimento:







Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *