La campagna aziendale che convince i dipendenti a passare dall'auto alla bici - Bikeitalia.it

La campagna aziendale che convince i dipendenti a passare dall’auto alla bici

11 Gennaio 2022


I risultati della campagna per promuovere gli spostamenti in bici casa-lavoro “Cycle to Work”, uno studio sulla Bikenomics nell’ambito del progetto internazionale Civitas Handshake co-finanziato dall’Unione Europea, lasciano ben sperare.

Nonostante la difficile situazione legata alla pandemia di Covid-19 e l’alta percentuale di persone che hanno lavorato in remoto, a Cracovia più di 140 datori di lavoro hanno aderito all’iniziativa nel 2021. I dipendenti che hanno partecipato, recandosi al lavoro in bicicletta, sono stati 1.700 durante i mesi estivi.

Cycle to Work Cracovia

Per chi sceglieva la bicicletta per i propri spostamenti casa-lavoro la campagna prevedeva incentivi e piccoli “premi” ogni mese; come accessori per biciclette, coupon per farmacie e supermercati, biglietti per il cinema e altro ancora.

Il 27% dei partecipanti alla campagna ha ammesso che la possibilità di vincere un premio era uno dei fattori più importanti che li motivava a partecipare alla campagna. La campagna è stata molto apprezzata dai datori di lavoro di Cracovia, tanto che già hanno chiesto informazioni sull’inizio della prossima edizione nella primavera del 2022.

Anno dopo anno, la campagna ha mostrato risultati positivi. Gli ultimi risultati di un sondaggio condotto tra i partecipanti recenti (con oltre 1.700 risposte, ndr) mostrano che quasi un dipendente su cinque (il 20% dei partecipanti) è passato alla bicicletta dall’auto. Inoltre, oltre il 50% dei partecipanti alla campagna ha riferito che la partecipazione all’iniziativa ha contribuito a un maggiore utilizzo della bicicletta per gli spostamenti quotidiani in generale.

Leggi anche: Bike to work: come iniziare
Leggi anche: Trasformare le aziende in luoghi bike friendly: ecco la guida
Leggi anche: Parcheggi bici e docce: Shimano ripensa la mobilità dei dipendenti

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti