Intervista all'assessore di Parigi che vuole diminuire sempre più il numero di auto - Bikeitalia.it

Intervista all’assessore di Parigi che vuole diminuire sempre più il numero di auto

5 Maggio 2022

Parigi è una città che negli ultimi anni è saltata agli onori della cronaca per il costante impegno della giunta guidata dalla sindaca Anne Hidalgo nei confronti dell’adattamento nei confronti dei cambiamenti climatici che si è tradotto nella rimozione di automobili dal tessuto urbano per rimpiazzarle con persone, biciclette o alberi.

In un’intervista pubblicata oggi, la prima della serie “aspettando MobilitARS“, il simposio formativo dedicato alle città senz’auto che si terrà a Reggio Emilia il 26 e 27 maggio 2022, l’assessore all’ambiente e alla riforestazione urbana Christophe Najdovski ha messo in evidenza la visione di come cambierà la città nel corso dei prossimi anni.

Najdovski, che è stato assessore alla mobilità del Comune di Parigi dal 2014 al 2020, ha apertamente dichiarato che l’obiettivo della sindaca Anne Hidalgo è ridurre il più possibile il numero delle auto in circolazione per trasformare la capitale francese, da una città autocentrica a una città che metta al centro le persone e i loro bisogni.

In questo gli interventi realizzati nel corso degli anni sono stati molto eloquenti e salutati con favore da buona parte della cittadinanza che, infatti, nel 2020 ha riconfermato la Hidalgo nel ruolo di prima cittadina.

Tra questi figurano la riqualificazione del Lungosenna, di Place de la Republique e la recente intenzione di pedonalizzazione e riforestazione degli Champs Élysées per trasformarli in un lunghissimo parco lineare.

Veduta aerea di Place de la Republique
Come sarà Place de la Republique

“Immagina se al posto di ogni auto in città ci fosse un albero” – scherza così, Najdovski, che ha annunciato di voler dimezzare il numero dei parcheggi disponibili in città entro il 2026. Alla domanda “cosa dovrebbero fare i cittadini di Parigi con la propria auto?” la risposta è stata lapidaria “Venderla: ci sono così tante possibilità di muoversi e l’auto è davvero il modo più lento per spostarsi in città“.

Quella con Najdovski è stata la prima di una serie di tre interviste che per le prossime settimane ci accompagnerà fino a MobilitARS, il simposio formativo per amministratori e decisori pubblici sulle politiche della mobilità del terzo millennio e che affronterà il tema politico e tecnico della realizzazione di città senz’auto.

Banner mobilitars

Le prossime interviste coinvolgeranno Elke Van den Brandt, Ministra dei Trasporti della Regione di Bruxelles e Lorenzo Pagliano, Direttore del Master RIDEF (Efficienza, Rinnovabili e Pianificazione Energetica) del Politecnico di Milano, mentre giovedì 26 Maggio aprirà i battenti a Reggio Emilia mobilitARS che porterà sul palco del Centro Internazionale Malaguzzi oltre 35 relatori provenienti da tutta Europa.

Partecipazione gratuita, registrazione obbligatoria dal sito www.mobilitars.eu

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti