A Londra Amazon farà consegne in e-cargo bike - Bikeitalia.it

A Londra Amazon farà consegne in e-cargo bike

7 Luglio 2022

Amazon apre alle e-cargo bike e lancia un nuovo hub della micromobilità nel Regno Unito per fare consegne più sostenibili nel centro di Londra. Le e-cargo bike e i camminatori andranno ad affiancarsi alla flotta di veicoli elettrici che già circola sulle strade di Londra: l’obiettivo è di effettuare complessivamente (e-cargo bike + camminatori + veicoli elettrici) 5 milioni di consegne all’anno in oltre il 10% della zona a bassissime emissioni di Londra.

Amazon sta lavorando per implementare installazioni di pannelli solari su larga scala presso le sue strutture con sede a Manchester, Coalville, Haydock, Bristol e Milton Keynes entro la fine di quest’anno, per aiutare ad alimentare tali strutture con energia rinnovabile. Amazon raddoppierà il numero di progetti di energia solare nel Regno Unito entro il 2024.

Amazon e-cargo bike Londra consegne a emissioni zero

“Le nostre nuove e-cargo bike, i camminatori e la crescente flotta di veicoli elettrici ci aiuteranno a effettuare consegne ai clienti a emissioni zero più che mai a Londra e nel Regno Unito”, dichiara il Country Manager di Amazon nel Regno Unito John Boumphrey.

In particolare l’intenzione di Amazon è di effettuare più di un milione di consegne ai clienti ogni anno con la modalità e-cargo bike / camminatori: in questo modo sostituirà direttamente migliaia di tradizionali viaggi in furgone sulle strade di Londra e ridurrà la congestione del traffico. Un tema molto attuale, vista la sostenuta crescita dell’e-commerce nell’ultimo biennio, accresciuto anche dalla situazione legata alla pandemia e al cambiamento delle abitudini di acquisto con una quota sempre crescente dell’online.

Quello di Londra è soltanto il primo: nei prossimi mesi saranno aperti altri hub di e-cargo bike Amazon per effettuare consegne in tutto il Regno Unito, come sottolinea la nota aziendale che annuncia questa novità insieme a quella dell’intenzione di installare più di 30.000 nuovi pannelli solari modulari nelle sue strutture a Manchester, Coalville, Haydock, Bristol e Milton Keynes entro la fine dell’anno. Questo investimento supporta Amazon nel suo percorso per alimentare le sue operazioni con il 100% di energia rinnovabile entro il 2025.

La ministra dei Trasporti del Regno Unito Trudy Harrison saluta con favore questa iniziativa: “L’industria e il governo stanno entrambi lavorando duramente per raggiungere i nostri obiettivi di zero netto e sostenere la crescita di trasporti sostenibili che contribuiranno a creare opportunità economiche e sosterranno migliaia di posti di lavoro in tutto il Regno Unito. I piani di Amazon non solo aumenteranno le opportunità di lavoro verde, ma assicureranno che i clienti continueranno a ricevere i loro pacchi mentre lavorano per proteggere il nostro pianeta dai cambiamenti climatici”.

Il ministro britannico dell’Energia Greg Hands sottoscrive e rilancia: “È fantastico vedere Amazon prendere l’iniziativa nell’allontanarsi dai costosi combustibili fossili. Questo è un fantastico voto di fiducia da parte di Amazon nella sicurezza energetica britannica, nelle energie rinnovabili e nei veicoli elettrici e un enorme vantaggio per i lavori verdi in tutto il Regno Unito”.

Amazon in quanto colosso del settore detta la linea: la domanda ora non è “in quanti” lo seguiranno ma soltanto “entro quando”, perché l’orizzonte temporale della messa al bando dei combustibili fossili è segnato e la crescita della ciclologistica nelle zone a basse emissioni delle città va nella giusta direzione della necessaria transizione ecologica.

Scarica l’ebook gratuito “Cargo e-bike per la logistica delle merci”

copertina ebook logistica bergamont

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti