La risposta a Beppe Sala su Milano a 30 km/h e strade scolastiche - Bikeitalia.it

La risposta a Beppe Sala su Milano a 30 km/h e strade scolastiche

20 Settembre 2022

L’uscita del sindaco di Milano Beppe Sala su Milano a 30 km/h e strade scolastiche non è passata inosservata, anzi. Le Associazioni che avevano promosso la lettera aperta “La città delle persone” hanno replicato sui social postando un video per sottolineare, ancora una volta, la necessità di accelerare l’iter dell’istituzione di nuove strade scolastiche e abbassare il limite di velocità in tutta la città, qui il contenuto pubblicato da Genitori AntiSmog:

In particolare Clean Cities ha pubblicato anche un comunicato stampa di risposta in cui il responsabile italiano della campagna Claudio Magliulo risponde punto per punto a quanto dichiarato dal primo cittadino di Milano, secondo il quale “non sarebbe il momento” per fare strade scolastiche di fronte a tutte le scuole della città e di abbassare i limiti di velocità nell’area urbana a 30 km/h.

“Spiace rilevare – dichiara Magliulo – come un primo cittadino eletto sulla base di una piattaforma politica dichiaratamente ambientalista e intesa a ripensare lo spazio urbano preferisca riempire le strade di Milano di auto di lusso che di bambini”.

E prosegue: “Ricordiamo a Sala che le probabilità di un impatto mortale in caso di incidente si riducono dall’80% al 5% quando la velocità del veicolo scende dai 50 km/h ai 30 km/h. Le zone 30 riducono anche le emissioni di CO2 e degli altri inquinanti dell’aria, e rendono possibile la convivenza tra diversi utenti della strada”.

Per questo anche Clean Cities sostiene con convinzione la lettera aperta lanciata da Cittadini per l’Aria, Genitori antismog, Fiab Milano Ciclobby, Sai che puoi? e firmata da tante altre associazioni milanesi (e sottoscritta anche da Bikenomist Srl, editore di Bikeitalia.it) che chiedono di rendere finalmente Milano una #cittadellepersone, non delle auto.

“Le strade scolastiche sono a loro volta uno strumento essenziale per restituire lo spazio urbano ai bambini e salvaguardarne la sicurezza e la salute: il 21 Ottobre saremo di nuovo in strada per ricordarlo ai sindaci di tutta Europa, con la nostra giornata europea di mobilitazione #StreetsForKids. Milano ha realizzato 35 strade scolastiche finora, e ne pianifica altre nell’ambito del progetto Piazze Aperte. Auspichiamo che l’amministrazione torni a quella visione di apertura e condivisione dello spazio pubblico quanto prima”, conclude il responsabile italiano della campagna Clean Cities.

Masterclass in Meccanica Ciclistica

Trasforma la tua passione in una professione

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti