Come realizzare una ciclabile umana: consigli pratici

17 Novembre 2022

Come realizzare una ciclabile umana: istruzioni per l’uso. Il flash mob #ProteggiMI di Milano è stato un successo: giovedì 10 novembre, una settimana fa, più di 300 persone si sono riunite in Viale Monza di prima mattina, per proteggere la corsia ciclabile dall’invasione di auto e moto e chiedere al Comune di rendere Milano una Città 30.
I promotori dell’iniziativa hanno pubblicato un toolkit, ovvero un documento di istruzioni e consigli, rivolto a chi volesse dare vita a un’iniziativa simile in altre città.

immagine da Bikeitalia.it

Un’iniziativa spontanea

Il flash mob milanese è stato organizzato, autorizzato e promosso nel giro di due settimane, ma ha visto una partecipazione ben più numerosa rispetto ai risultati attesi.
Come è stato possibile ottenere questo risultato? Con un lavoro di organizzazione semplice ma ben studiato.

Le persone che hanno elaborato questa strategia hanno deciso di condividere i propri metodi, per dare un aiuto concreto a chi si impegna per costruire città più sane, eque e sicure. E suggerire le giuste mosse per realizzare una ciclabile umana e organizzare al meglio il flash mob.

Come realizzare una ciclabile umana

Il toolkit ha la forma di un breve file Google Docs, che include anche gli inviti stampa e i comunicati stampa mandati prima e dopo la manifestazione di Milano: è specificato chiaramente che ogni città ha la sua storia e la sua lotta, ma è sempre utile condividere le informazioni e i saperi.

immagine da Bikeitalia.it

Informazioni utili per realizzare una ciclabile umana

Tra le numerose informazioni contenute nel toolkit, riportiamo alcuni punti che hanno fatto la differenza nell’organizzazione di #ProteggiMI.

Organizzazione stretta e snella

#ProteggiMI ha raggiunto un ampio bacino di pubblico, ma la prima riunione organizzativa contava appena 10 persone. Data, ora e titolo della manifestazione sono state decise da questo gruppo ristretto, e le numerose associazioni della mobilità attiva hanno poi potuto aderire liberamente.

Qualcuno a cui parlare

L’invito stampa, che avvisa dell’esistenza dell’evento, e il comunicato stampa, che informa della riuscita della manifestazione, devono arrivare alle orecchie giuste.

Per il successo di #ProteggiMI è stata fondamentale una buona mailing list.

Azione lampo

Per organizzare una ciclabile umana è meglio avvisare le autorità, ma è un processo più semplice di quanto si potrebbe pensare.
Non essendo un corteo o una occupazione di suolo pubblico, a Milano è bastato inviare alla Questura il preavviso di manifestazione, per cui in assenza di risposta vale il silenzio assenso. La pratica è gratuita.

Se non ora, quando?

Non è semplice mobilitare le persone di mattina presto, ma il tempismo di ProteggiMI è stato perfetto per incontrare le persone che in quella fascia oraria usano la corsia ciclabile per raggiungere scuole e luoghi di lavoro.
Una manifestazione di prima mattina in settimana, inoltre, attira ancora di più l’attenzione dei media.

Una catena umana in tutta Italia

Organizzatori e organizzatrici di #ProteggiMI hanno ragione di condividere informazioni e metodi, perchè l’iniziativa sta già facendo il giro del Paese.
Il collettivo Genova Ciclabile ha dichiarato la propria intenzione di creare una ciclabile umana in pieno centro nel mese di dicembre, e gli attivisti di Lecce Pedala si sono messi in contatto con il comitato di Milano per organizzare un’azione nel capoluogo del Salento.

Consulta online il TOOLKIT per realizzare una ciclabile umana

Commenti

Un commento a "Come realizzare una ciclabile umana: consigli pratici"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti