Genova vota all’unanimità la richiesta di ripristino del Fondo delle ciclabili urbane

7 Dicembre 2022

Genova vota all’unanimità la richiesta di ripristino del Fondo delle ciclabili urbane azzerato dal governo di Giorgia Meloni. L’amministrazione comunale nel consiglio di martedì 6 dicembre ha approvato con 40 voti favorevoli su 40 presenti l’ordine del giorno condiviso dalla conferenza capigruppo e con primo proponente Federico Bertorello (Lega).

Genova per il ripristino del Fondo delle ciclabili urbane

L’ordine del giorno approvato all’unanimità dai consiglieri comunali di Genova chiede al Governo e al Parlamento l’immediato ripristino del Fondo per lo sviluppo delle reti ciclabili urbane nella Legge di Bilancio 2023 e impegna il sindaco e la giunta a farsi parte attiva presso il Governo, il Parlamento e l’ANCI, affinché nell’iter parlamentare di discussione, emendamento e approvazione della Legge di Bilancio 2023 venga integralmente ripristinato e se possibile aumentato il finanziamento del “Fondo per lo sviluppo delle reti ciclabili urbane”, o, in ogni caso, vengano stanziate apposite risorse, con sviluppo pluriennale a partire dal 2023, per sostenere interventi e progetti dei Comuni per ampliare e mettere in sicurezza le reti di ciclovie urbane previste da PUMS e Biciplan ai sensi della legge n. 2/2018.

Genova ciclabile

Alessandra Repetto, attivista della bicicletta a promotrice del gruppo Genova ciclabile, ha condiviso la sua soddisfazione attraverso un dettagliato post su Facebook:

La prima ciclabile umana di Genova

Genova è stata una delle quattro città a partecipare – sabato 3 dicembre, insieme a Milano, Napoli e Lecce – al flash mob della “ciclabile umana” per chiedere maggiore sicurezza per chi pedala sulle bike lane realizzate come infrastrutturazione leggera in tempo di pandemia. Corsie ciclabili spesso utilizzate impropriamente come parcheggio per auto.

Dai 4 angoli più remoti della città la nuova bicipolitana di Genova ha portato i ciclisti in Piazza De Ferrari, rispettando gli orari e le fermate concordate e condividendo in tempo reale la posizione nei social di #genovaciclabile.

Nonostante le condizioni meteo proibitive, pioggia battente, freddo polare e vento molto forte, tantissime persone tra ciclisti e pedoni hanno protestato per avere strade sicure e vivibili, per il rispetto delle regole e sono state così tante da formare una ciclabile umana dalla cima al fondo di via XX Settembre. Si stimano sicuramente più di 300 persone.

Per la sicurezza dei ciclisti

“Ci aspettavamo con il bel tempo tantissimi partecipanti. Sabato mattina in tanti ci chiedevano se la manifestazione era stata annullata, ma abbiamo deciso di andare avanti e la partecipazione è stata ben oltre le aspettative, perchè le condizioni erano davvero pessime. In molti hanno capito che bisognava esserci per l’importanza della causa e siamo davvero grati. Vi immaginate quanti saremo la prossima volta col sole?”, dicono gli organizzatori.

Lorenzo Pagnoni di Genova Solving For All è giunto in carrozzina scortato dai ciclisti da Staglieno, sotto la pioggia battente, mostrandoci quanto sono grandi le barriere nella nostra città, ma anche che ha la forza per abbatterle e che insieme ci riusciremo”, sottolinea Alessandra Repetto.

Masterclass in Meccanica Ciclistica

Trasforma la tua passione in una professione

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti