Natale in bicicletta: 5 destinazioni consigliate dalla Fiera del Cicloturismo

16 Dicembre 2022

Pinar Pinzuti, direttrice della Fiera del Cicloturismo che si terrà a Bologna l’1 e il 2 aprile 2023, consiglia cinque destinazioni per una vacanza in bicicletta nel periodo natalizio. Cinque idee per scoprire quelle mete in Italia e all’estero che sono facilmente raggiungibili e dove è possibile rigenerarsi grazie al clima e alla bellezza dei paesaggi.

Italia

La Sicilia barocca e golosa

La Sicilia è notoriamente di una bellezza incredibile e percorrerla in bicicletta è un vero piacere. Sono molti gli itinerari e i temi che si possono scegliere, tra questi consigliamo le pianure rocciose e i rilievi dell’entroterra di Siracusa e Ragusa, costellati di resti delle civiltà mediterranee e piccoli paesi dove fiorì il Barocco siciliano. Il giro ideale per scoprire il Barocco parte da Ragusa e passa per Scicli, Modica, Pozzallo, Marzamemi, Noto e Siracusa. Sulla costa a sud est, inoltre, si incontrano vere meraviglie naturali come l‘isola delle Correnti e la Riserva di Vendicari, tra Noto e Pachino, e poi la Riserva Marina del Plemmirio dai fondali trasparenti e di grande rilevanza dal punto di vista della flora e della fauna. Quest’area poco lontana da Siracusa è stato il crocevia per il passaggio delle navi e dei bastimenti di Cartaginesi, Romani e Greci; infatti, nei suoi fondali ci sono molti colli d’anfora e reperti di varie epoche.

Ragusa Barocco Siciliano - Natale in bicicletta Fiera del Cicloturismo
Ragusa

Se invece si preferisce una vacanza urbana, consigliamo Palermo, con le sue meraviglie artistiche e gastronomiche. Per cominciare ad apprezzare le meraviglie architettoniche del centro storico si può idealmente partire dal Teatro Politeama e ammirare accanto il Teatro Massimo, proseguendo poi su via Maqueda si scorgono splendidi edifici, chiese e residenze storiche. Imperdibili sono inoltre la Cattedrale, monumento simbolo della città e alcune delle chiese palermitane come la Chiesa della Martorana con i suoi splendidi mosaici, la Cappella Palatina che si trova all’interno del Palazzo dei Normanni, la più antica residenza reale d’Europa, e il Duomo di Monreale che si trova a pochi chilometri dalla città. Nel corso dell’itinerario, oltre ai sontuosi palazzi, dedicate del tempo ai vicoli e ai mercati, per assaggiare il celebre cibo di strada della città.

Per spunti sulla Sicilia: www.bikeitalia.it/viaggiare/itinerari-cicloturismo/italia/sicilia/

Croazia

Dalmazia suggestiva

In Croazia una vacanza nella Dalmazia soddisfa il desiderio di ammirare la bellezza della natura e delle coste frastagliate e quello di scoprire un ricco patrimonio storico. Il meteo invernale consente di visitare piacevolmente la Regione e il suo entroterra oppure di decidere di allenarsi come i professionisti.

Per le prossime vacanze consigliamo la riviera di Makarska e Spalato, un giro sulle isole di Brazza, Lèsina, Lissa e un’escursione nell’entroterra dalmata.

Spalato in Dalmazia - Natale in bicicletta Fiera del Cicloturismo
Spalato

Tra gli itinerari, molto suggestivo è quello dedicato alla serie Game of Thrones, 55 km lungo i quali si possono scoprire i luoghi e le attrazioni protagoniste della scenografia della serie. Sul percorso soffermatevi presso le cantine di Diocleziano, visitate il mulino e la cava di Antoničin e la fortezza di Klis. Questo trail passa accanto ai siti che si trovano alla foce del fiume Žrnovnica e attraversa l’antica Salona, un tempo capitale della provincia romana della Dalmazia dove si trova il parco archeologico più grande della Croazia. 

Per chi ama i panorami incantati, invece, consigliamo un circuito che offre una vista panoramica mozzafiato sull’intera parte orientale della riviera di Spalato e tutte le isole della Dalmazia centrale. Si tratta del sentiero di Stara Sela, che si snoda da Gornja Podstrana attraverso Gornja Duća fino a Omiš e ritorno, considerato il più pittoresco della Dalmazia.

Per informazioni sulla Dalmazia clicca qui

Turchia

La soleggiata Riviera Turca

Sulla costa mediterranea della Turchia risplende il sole per oltre 300 giorni all’anno, per questo la consideriamo una meta perfetta per i cicloturisti che amano viaggiare in tutte le stagioni. In quest’area si trovano numerosi percorsi sia per la bicicletta da strada che per le MTB, con gradi di difficoltà e pendenze diverse.

Se si percorre la costa dell’Egeo e in particolare si esplora la provincia di Muğla, ci si ritrova immersi in una splendente e rigogliosa natura, dove è vivace la cultura locale e la storia è importante e antica. Lungo i 1.000 chilometri costieri si susseguono baie turchesi e cristalline, montagne lussureggianti e pianure fragranti di melograno e agrumi. Qui c’è un itinerario imperdibile per chi ama la storia: 39 chilometri dove si trovano le 150 Tombe rupestri di Kaunos che si affacciano sullo stretto di Dalyan.

Rimanendo in tema archeologico, consigliamo la tratta dell’itinerario mediterraneo di Eurovelo 8, la Ciclovia Efeso-Mimas, per visitare le città degli Ioni, dei Romani, dei Greci e degli Ottomani. È su questo percorso che si trova Efeso, sito Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, che conserva splendidamente siti archeologici della Grecia classica e dell’Impero Romano. Ultima tappa di questo giro è Şirince, un villaggio dalle antiche case in pietra e rinomato per i suoi vini locali.

Izmir Turchia - Natale in bicicletta Fiera del Cicloturismo
Izmir – https://cycling.goturkiye.com/

Chi ama il buon cibo deve fare tappa a Izmir (Smirne), per pedalare con gusto e scoprire alcuni dei migliori piatti della gastronomia turco-egea. Izmir si trova nella penisola di Çeşme, celebre per i vigneti boutique o i ristoranti, in particolare quelli di Urla e di Alaçatı.

Per maggiori informazioni: www.gocyclingturkiye.com

Spagna

Catalogna tra Modernismo e natura

La Regione catalana della Costa Daurada si trova a circa 100 chilometri a sud di Barcellona ed è celebre per le lunghe spiagge di sabbia fine e, appunto, dorata. C’è solo l’imbarazzo della scelta per i viaggiatori a pedali, perché gli itinerari da percorrere in bici sono tantissimi, sia lungo la costa che nell’entroterra.

Questa volta lasciamo la costa alle spalle e ci dirigiamo a Tarragona, l’antica Tarraco, un tempo la base militare romana più importante della regione hispanica. Le vestigia di questo antico passato sono raccolte nel Parco Archeologico, celebre per l’anfiteatro dove si tengono oggi spettacoli e rievocazioni storiche. Inoltre, sono rimaste le mura risalenti al III sec. a.C, l’imponente Foro Provinciale, il Circo e il Teatro, mentre all’interno del Museo Nazionale Archeologico sono esposti molti degli oggetti dell’epoca romana ritrovati durante gli scavi.

La città architettonicamente è molto suggestiva e per averne una precisa idea, salite al punto più alto della città, dove sorge la cattedrale di Santa Tecla, per ammirarla nella sua completezza.

Lasciando Tarragona si raggiunge, in un’ora di bici circa, la città di Reus, il luogo dove nacque – ma non lavorò – Antoni Gaudì, architetto della Sagrada Familia di Barcellona. A Reus non ci sono sue opere ma è stato realizzato un museo a lui dedicato, che raccoglie tutto il materiale possibile che possa spiegare e illustrare il suo lavoro.

Reus si trova lungo la “ruta modernista”, un itinerario ispirato proprio alla corrente architettonica che caratterizza tutta l’area: sono decine gli edifici, tra cui Casa Navas realizzata da Domenech i Montaner in Placa del Mercadal, che impreziosiscono la città. Ma Reus è famosa anche per una bevanda, il vermuteo, il vino aromatizzato alle spezie con cui rifocillarsi dopo una bella pedalata. Per scoprirne il gusto e carpirne i segreti, si consiglia la visita di una delle numerose cantine del territorio, sempre in stile modernista.

Tortosa Catalogna Spagna - Natale in bicicletta Fiera del Cicloturismo
Tortosa

Se invece desiderate farvi sorprendere dalla natura, la vostra destinazione è Terres de l’Ebre. Ci troviamo nel Parco Naturale del Delta del fiume Ebro ideale per un viaggio in famiglia, dove è possibile pedalare e fare piacevoli escursioni in battello. “Riserva della Biosfera” dal 2013, è il regno incontrastato di due ecosistemi unici nel Mediterraneo, il Delta dell’Ebro e il Massís del Port.  È in questa regione che si incontra la città di Tortosa, suggestiva soprattutto per il suo centro storico, un mix di stili diversi: infatti il castello de La Suda è di stile arabo; la cattedrale di Santa Maria e il Convento di Santa Clara sono gotici; Els Reials Col·legis, fondato da Carlo V per l’educazione dei Mori, è invece un complesso rinascimentale.

Per saperne di più: clicca qui

Gran Canaria: il micro continente

Nell’Oceano Atlantico spunta un’isola dalle condizioni climatiche ideali per un cicloturismo in ogni stagione, con una temperatura media di circa 24 °C tutto l’anno e sole splendente: Gran Canaria, il continente in miniatura.

Natura, microclimi, biodiversità, spiagge arricchiscono la bellezza del luogo. Per beneficiare di tutte queste gemme, dedicate parte della vacanza al mare – dove rimarrete sorpresi dalle dune di sabbia dorata e le oasi di palmeti – e parte alle foreste, alle montagne e ai paesaggi vulcanici.

Un esempio? Le meravigliose Dune di Maspalomas con i 400 ettari di Parco Naturale Protetto, chilometri di spiagge dorate incontaminate e baie protette che arrivano fino a Puerto de Mogán.

Nell’entroterra pedalate verso Tejeda, al centro dell’isola, uno dei borghi più belli di Spagna, circondati da un paesaggio che lo scrittore del primo Novecento, Miguel de Unamuno definì “la tempesta pietrificata”. Qui si alternano monoliti vulcanici, paesaggi lunari, pinete, e vigneti in quota. Spiccano tra i moliti la Roque Nublo, simbolo di Gran Canaria, e la Roque Bentayga. Proseguendo verso nord, attraverso foreste di alloro dell’era terziaria, tra agriturismi e hotel rurali, si arriva su un versante dove la ricca vegetazione, i siti archeologici e le piantagioni di banane e di caffè sono i veri protagonisti. 

Tejede - Bentayga
Tejede – Bentayga credits Turismo Gran Canaria

Anche a Gran Canaria si può organizzare una vacanza in città, esattamente a Las Palmas de Gran Canaria, la capitale. L’architettura di Las Palmas è una combinazione di palazzi del XVI secolo, quartieri in stile liberty e architettura razionalista. Il centro storico è nel quartiere di Vegueta, dove si ammira la splendida Cattedrale di Sant’Anna, si visitano la Casa Museo di Colombo e il Museo Canario e ci sono tantissimi centri dedicati all’arte. In bicicletta si sfreccia accanto a meravigliosi palazzi dal 1500 al 1700 che oggi sono sedi di boutique hotel, ristoranti e negozi. Viaggiare nel tempo in questa città è possibile, infatti improvvisamente ci si ritrova a Triana, il quartiere commerciale di fine Ottocento e Liberty, e poi si prosegue fino a Las Canteras, la spiaggia urbana ritenuta la più bella d’Europa dove, durante le vacanze di Natale, si può ammirare il Presepe di Sabbia, che attira visitatori da ogni Paese. 

Per maggiori info: clicca qui

Commenti

Un commento a "Natale in bicicletta: 5 destinazioni consigliate dalla Fiera del Cicloturismo"

  1. Claudio ha detto:

    grazie bikeitalia x allargarci gli orizzonti con preziose e mirate info x nuove Entusiasmanti avventure last minute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti