Beppe Sala sembra non credere in Milano a 30 km/h

12 Gennaio 2023

Su Milano a 30 km/h oggi ha detto la sua anche il sindaco Beppe Sala, che da quando era uscita la notizia non si era ancora espresso. Lo ha fatto frenando, ridimensionando e puntualizzando che questo abbassamento del limite “non sarà in tutta la città”. Un atteggiamento iperprudente quello del primo cittadino della capitale economica dell’Italia, dettato forse anche dalle numerose polemiche che hanno preso di mira l’annuncio in sé e anche il primo firmatario dell’ordine del giorno approvato in Consiglio comunale lunedì 9 gennaio: il consigliere Marco Mazzei, fautore della ciclabilità urbana e della sicurezza stradale, eletto a Palazzo Marino nella lista Beppe Sala Sindaco.

Beppe Sala frena su Milano 30 km/h

Le parole del sindaco Sala, raccolte a margine del Congresso della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano, tendono a gettare acqua sul fuoco delle polemiche divampate in questi giorni.

“Quello che cercherò di fare e di proporre alla città è quello che vedo nelle grandi città internazionali. A questo proposito verso fine mese sarò a Londra un paio di giorni, non solo per incontrare il sindaco ma anche per verificare appunto quello che Londra sta facendo. La stessa operazione la farò su Parigi. Quindi cercherò di portare ai milanesi una proposta che è adattata certamente alla realtà di Milano che è una città diversa, ma che tiene in considerazione quelli che sono i trend su cui si stanno muovendo le grandi città internazionali”, queste le parole del sindaco di Milano Beppe Sala sui 30 km/h in città.

“30 km/h non in tutta la città”

Come documentato nel video dell’agenzia Italpress, il sindaco Sala ha puntualizzato alcuni aspetti della novità del limite di 30 km/h a Milano: “Va verificato – e gli uffici ci stanno lavorando – su dove si può applicare: ovviamente non è in tutta la città. Ma non può essere l’unica soluzione: ci devono essere anche altre componenti di un modo diverso di muoversi”.

Beppe Sala Milano 30 km/h
Il sindaco di Milano Beppe Sala presso la Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

“1° gennaio 2024? Non lo so”

E per quanto riguarda l’effettiva data di adozione del provvedimento il sindaco di Milano prende tempo: “Ad oggi io non so dire se è realistico immaginare un 1° gennaio 2024, veramente non lo so. Posso confermare che ci stiamo lavorando, anche tramite Amat”.

Sala e il tema “Milano 30 km/h”

Il sindaco Sala, peraltro, già a settembre scorso – come avevamo documentato su Bikeitalia – alla vigilia delle elezioni politiche a margine di un evento elettorale aveva frenato sui 30 km/h in città e sulle strade scolastiche, richieste fatte entrambe da un nutrito gruppo di associazioni cittadine, dicendo testualmente: “Non credo sia tempo di decisioni così assolute come la pedonalizzazione davanti alle scuole, come qualcuno chiede. Ricordo che abbiamo 500 scuole, che facciamo, pedonalizziamo 500 vie? Come nemmeno è certamente tempo di tutta la città a 30 all’ora. Le cose si fanno un passo alla volta”.

Alla luce di questa ultima uscita del sindaco Sala attendiamo sviluppi nelle prossime settimane per capire in che modo la Giunta – impegnata dall’ordine del giorno votato dalla maggioranza del Consiglio comunale – porterà avanti le azioni necessarie per istituire il nuovo limite di velocità di 30 km/h a Milano.

Masterclass in Meccanica Ciclistica

Trasforma la tua passione in una professione

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti