Eventi

Viaggiare in bici è per tutti: lo conferma la Fiera del Cicloturismo

Viaggiare in bici è per tutti: lo conferma la Fiera del Cicloturismo

Viaggiare in bici è una modalità di vacanza e scoperta del territorio sempre più gettonata. La seconda edizione della Fiera del Cicloturismo si è chiusa domenica 2 aprile: la due giorni di Bologna è stata visitata da oltre 19.000 persone (+30% di affluenza rispetto alla prima) e anche i dati di crescita del settore presentati da Isnart e Legambiente confermano che l’interesse per i viaggi in bici è sempre maggiore e i territori s’impegnano per offrire percorsi, opportunità e servizi a misura di cicloturista.

Cresce la voglia di cicloturismo

Insomma, cresce la voglia di cicloturismo in Italia: una tendenza che è anche la conferma di un nuovo standard per il 2023. La ciclovacanza – sia essa un weekend fuori porta o un periodo più lungo in Italia o all’estero – è sempre più gettonata. E i numeri della Fiera del Cicloturismo confermano questo trend.

Quest’anno la Fiera del Cicloturismo – allestita presso lo spazio DumBo – ha quintuplicato la superficie utile che è stata occupata da 90 espositori in 60 stand di enti del turismo, tour operator, albergatori e noleggiatori di bici, registrando in pochi mesi il tutto esaurito, in particolare la presenza di molte regioni italiane assenti lo scorso anno e un notevole aumento di destinazioni straniere, che dimostra l’aumento della credibilità della manifestazione.

La direttrice della Fiera del Cicloturismo Pinar Pinzuti inaugura l'evento con Davide Cassani e Mattia Santori

Bologna: un’ottima location

La direttrice della Fiera del Cicloturismo Pinar Pinzuti tira le somme di questa seconda edizione dell’evento: “Puntare su Bologna è stata la scelta giusta: non soltanto per la sua centralità geografica, ma anche per l’attenzione che la città e la Regione stanno dimostrando nei confronti della mobilità attiva. Particolarmente lusinghiera è stata l’attenzione degli operatori nazionali e delle reti di impresa che hanno proiettato l’evento su una dimensione internazionale”.

Mattia Santori, presidente della Destinazione Turistica Bologna e Modena ha dichiarato: “Il turismo attivo è uno dei punti centrali della nostra strategia turistica per il 2023, che si prospetta un anno record. La fiera del cicloturismo si inserisce perfettamente in questo quadro e siamo orgogliosi e grati di poterla ospitare in città anche alla luce della notevole e non scontata partecipazione”.

Simona Larghetti, consigliera metropolitana di Bologna con delega alla Mobilità Ciclistica, ha commentato: “Bologna al centro del nuovo movimento mondiale del viaggio attivo, quello dove con le tue gambe puoi arrivare dappertutto. Credo che le migliaia di persone che sono arrivate a Bologna in questi due giorni abbiano fatto con noi questo sogno, poter viaggiare assaporando ogni km. Il cicloturismo è ormai ingrediente necessario a immaginare un futuro sostenibile per i nostri territori. Speriamo di poter ospitare la fiera anche nel 2024”.

Parcheggio bici e Area Kids

Preso d’assalto anche il parcheggio bici provvisorio installato, realizzato con il partner tecnico Shimano Italia, all’ingresso della Fiera del Cicloturismo dove hanno trovato ricovero oltre 1.800 biciclette nel corso della 2 giorni. Mentre nell’Area Kids, circa 300 bambine e bambini hanno partecipato ai programmi di educazione motoria e avviamento all’uso della bicicletta in sicurezza, grazie al coinvolgimento di Eden Asd e di Fiab Bologna, con il sostegno di Regione Siciliana.

I Bikeitalia Talks

Il fitto programma di interventi che si sono alternati sul palco dei Bikeitalia Talks hanno intrattenuto il numeroso pubblico offrendo suggestioni sulle destinazioni da pedalare, ma anche su come scegliere la sella giusta per viaggiare, i modi per ottimizzare la posizione in sella e i trucchi meccanici per non restare mai a piedi.

Tra gli intervenuti, oltre ai padroni di casa, Mattia Santori, Presidente di Territorio Turistico Bologna-Modena, e Davide Cassani, Presidente, Apt Servizi Emilia Romagna,, anche cicloviaggiatori di richiamo per il popolo delle due ruote come la detentrice di quattro guinness world record, Paola Gianotti, l’ultracyclist Omar Di Felice, arrivato alla manifestazione in bicicletta dopo una lunga pedalata non stop da Roma, e il veterano di viaggi in bicicletta, Sergio Borroni, che ha ricevuto una standing ovation.

Ciliegina sulla torta è stato il concerto di Roy Paci, organizzato dalla Regione Siciliana, che ha intrattenuto il pubblico della Fiera del Cicloturismo chiudendo la prima giornata della kermesse.

L’opinione degli addetti ai lavori

I tour operator che hanno partecipato sono fiduciosi sulle prospettive di ulteriore crescita del mercato del cicloturismo per il 2023, confermando i dati rilevati dal rapporto “Viaggiare con la bici 2023”: ben il 90% dei tour operator specializzati prevede un incremento del proprio giro di affari. Sono gli stessi operatori che, mediamente, hanno visto crescere il proprio fatturato fino a quasi triplicarlo nell’ultimo triennio, anche sfruttando gli investimenti avviati negli anni passati dal governo e dalle regioni per lo sviluppo della Rete Nazionale delle Ciclovie Turistiche.

Ermanno Cacciatore, dirigente dell’Assessorato al Turismo della Regione Siciliana, dichiara: “Un’opportunità di visibilità incredibile per le potenzialità della Sicilia quale mèta cicloturistica. Abbiamo realizzato un prodotto ad hoc per raccontare i percorsi dell’isola. Gli operatori presenti sono rimasti entusiasti per la preparazione del pubblico”.

Silvia Donatiello, Turismo Gran Canaria, sottoscrive e rilancia: “Alla nostra seconda edizione e come main sponsor straniero dell’evento, siamo estremamente soddisfatti dell’affluenza e della qualità del pubblico, così come della visibilità che ha avuto la nostra destinazione. Con numeri di presenze di cicloturisti sull’isola senza precedenti nel progressivo di quest’anno con rispetto agli stessi mesi del 2022, possiamo senz’altro affermare che l’Italia è per noi un mercato fondamentale per l’outdoor”.

Francesco Tapinassi, direttore dell’Agenzia di Promozione della Regione Toscana, alla sua prima esperienza alla Fiera del Cicloturismo dice: “Sono molto contento della nostra partecipazione e dell’affluenza e crediamo sia l’inizio di una lunga e proficua collaborazione”.

Marta Teixidor di Turisme della Catalogna afferma: “La seconda edizione della Fiera del Cicloturismo ha dimostrato che è un settore in grande crescita. Tantissima gente interessata e interessante, Bologna è un ottima piazza. Il cicloturismo, per noi della Catalogna, è un prodotto trasversale da poter fare tutto l’anno. È così lo abbiamo mostrato agli amanti delle due ruote. Ottima fiera, impensabile non esserci l’anno prossimo”.

Infine Alberto Tersini Mazzini della Regione Marche: “La Fiera del Cicloturismo è stata un’occasione di successo straordinario per le regioni e gli operatori. Sicuramente il prossimo anno la Regione parteciperà in modo ancora più importante. Un grandissimo grazie agli organizzatori”.

Prossimo appuntamento con “I Cantieri delle Ciclovie”

Chiusi i battenti della Fiera del Cicloturismo, gli organizzatori segnalano il proseguimento dei lavori con l’appuntamento “I Cantieri delle Ciclovie” che si terrà sempre a Bologna martedì 4 aprile in collaborazione con Legambiente e AMODO e con il patrocinio della città metropolitana di Bologna. Per l’occasione sarà messo sotto la lente di ingrandimento lo stato di avanzamento dei lavori delle Ciclovie previste dal Sistema Nazionale delle Ciclovie Turistiche e finanziate dal PNRR.

Commenti

  1. Avatar Alessandra ha detto:

    Sono Alessandra cicloviaggiatrice con mio marito Angelo siamo stati in fiera sabato 1 aprile.

    È stata molto bella e interessante tante belle ciclovie ora rimane solo un po’ di incertezza su cosa scegliere e dove andare con le nostre due ruote. Speravamo di trovare un po’ di assistenza per le tracce e le app tipo komoot/Strava ma non c’erano.
    Molto interessante lo stand SMP. Per l’abbigliamento non c’era nessuno anche i fondelli sono molto importanti. Speriamo che il prossimo anno di trovarli. Comunque ottima esperienza. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *