Ebike

Circola su una ebike truccata: sequestro e multa di oltre 6000 euro

Circola su una ebike truccata: sequestro e multa di oltre 6000 euro

L’episodio si è verificato a Macerata nei giorni scorsi, quando le forze dell’ordine hanno intensificato i controlli anche sulle biciclette a pedalata assistita sempre più diffuse sulle strade cittadine. La persona multata, un ventitreenne residente nella zona, è stato fermato in sella a una ebike risultata poi truccata.

Ebike truccata acceleratore multa
Display di una ebike (foto di repertorio)

Le verifiche sull’ebike

L’attenzione degli agenti in servizio di pattuglia è stata attirata dall’insolita velocità del mezzo a due ruote: la sospetta modifica alla bici ha spinto le forze dell’ordine ad approfondire il controllo. Dalle verifiche effettuate presso la Motorizzazione Civile è arrivata la conferma dei sospetti: l’ebike era stata dotata di un acceleratore che – in assenza di pedalata – spingeva la due ruote a una velocità massima costante di 19 km/h, collocando il veicolo nella categoria “ciclomotore” e non più tra le “biciclette”.

Il sequestro e le sanzioni

Di fronte alla non conformità del mezzo alle norme del Codice della Strada, l’ebike truccata è stata sottoposta a sequestro, e alla persona che la portava sono state contestate diverse sanzioni amministrative. Tra le violazioni rilevate figurano: la mancanza del certificato di circolazione, l’assenza di copertura assicurativa, la guida senza patente e senza casco (obbligatorio per i ciclomotori). L’importo complessivo della maxi multa sommando tutte le infrazioni commesse ammonta a 6128 euro.

Persona che pedala un'ebike in città come mezzo alternativo all'auto

Tutti i rischi di circolare su una ebike truccata

Questo episodio dimostra che circolare su una ebike modificata comporta diversi rischi, sia dal punto di vista della sicurezza che da quello legale, come avevamo già evidenziato su Bikeitalia in un articolo dedicato. Di seguito li riepiloghiamo.

Violazioni del Codice della Strada

La modifica di una ebike potrebbe renderla non conforme alle norme del Codice della Strada. Ad esempio, un aumento della velocità massima potrebbe collocarla in una categoria diversa da quella originale, portando a violazioni legali.

Mancanza di copertura assicurativa

La modifica potrebbe comportare la perdita della copertura assicurativa, esponendo il conducente a rischi finanziari in caso di incidenti o danni causati a terzi.

Sequestro del veicolo

Le autorità potrebbero sequestrare la ebike modificata se non rispetta le normative, causando disagi al conducente e potenziali costi di recupero del mezzo.

Multa e sanzioni amministrative

La circolazione con una ebike modificata può comportare multe significative e sanzioni amministrative, come avvenuto in questo episodio e in casi analoghi. Queste possono riguardare la mancanza di documenti, l’assenza di copertura assicurativa, la guida senza casco o senza patente, a seconda delle normative locali.

Rischio di incidenti

Le modifiche non autorizzate possono compromettere la stabilità e le prestazioni della ebike, aumentando il rischio di incidenti stradali.

Perdita di garanzia

Le modifiche non autorizzate possono invalidare la garanzia del produttore, lasciando il proprietario responsabile per eventuali problemi o guasti.

Impatto sulla sicurezza del conducente e degli altri utenti della strada

Modifiche improprie potrebbero influire sulla sicurezza del conducente e degli altri utenti della strada, aumentando il rischio di incidenti e danni.

Difficoltà per riparazione e manutenzione

La presenza di componenti non originali può rendere più difficile e costoso il processo di riparazione e manutenzione, poiché le officine potrebbero avere difficoltà ad ottenere pezzi di ricambio appropriati.

In sintesi, circolare su una ebike modificata può comportare conseguenze legali e mettere a rischio la sicurezza del conducente e degli altri utenti della strada, oltre a generare problemi di manutenzione e assicurativi. È dunque fondamentale rispettare le normative e le specifiche del produttore per garantire una circolazione sicura e legale.

Leggi anche: Tutti i motivi per cui truccare un’ebike è una cattiva idea

Leggi anche: Ebike modificata: è un motorino, oltre 6000 euro di multa

ebook

Tutto quello che vuoi sapere sulla scelta, manutenzione e meccanica della bicicletta lo trovi tra gli ebook
scarica ora

Commenti

  1. Avatar Carlo Maria ha detto:

    Norme irragionevoli e sanzioni sproporzionate rispetto alla condotta.
    Attendo assicurazione di 150 euro rispetto ai 20 tedeschi e poi il quadro sarà completo.

    In Italia essere cittadini normali è punito a priori con sanzioni amministrative, multe o restrizioni della libertà personale.

    Bisogna ascendere al grado di politico per veder dischiudere tutte le libertà.
    Così è se vi pare

  2. Avatar Claudio ha detto:

    in questo articolo ci sono cose che non capisco :” insolita velocità” 19 kmh?
    poi una cosa è assistenza alla pedalata altra acceleratore

    [Nell’articolo è spiegato: il mezzo raggiungeva i 19 km/h in assenza di pedalata, azionando un acceleratore. Da qui le violazioni del Codice della Strada e la maxi multa, oltreché il sequestro del mezzo considerato ciclomotore e non ebike – Bikeitalia.it]

  3. Avatar Fabio ha detto:

    Perché non bloccare automaticamente a 50km h le macchine è super car che entrano in un centro abitato? Perché non fare una legge che chi lavora al meno di 5km da casa usa le ebike o monopattino così guadagneremo in salute e inquinamento ambientale?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *