MENU
viaggi girolibero

Dizionario dei termini inglesi della bicicletta

Bici, Bicicletta, Bikelife • di

Il mondo del ciclismo è globalizzato e viaggia alla stessa velocità dei social e ciò comportata uno stravolgimento della terminologia, in cui le parole inglesi stanno sempre più prendendo piede, a volte in parallelo con l’alternativa in italiano, altre invece come unica denominazione. Un esempio su tutti: quando regolate la sospensione, controllate il Sag oppure l’insaccamento? Questa situazione in continua evoluzione comunque può generare confusione in chi non mastica bene l’inglese, oltre al fatto che conoscere i termini anglofoni del mondo del ciclismo è importante poiché ormai è possibile trovare manualistica su qualsiasi aspetto della bici ma la maggior parte di questa è, appunto, in inglese. Per questo abbiamo studiato un piccolo dizionario per fare luce sull’equivalente italiano dei termini più utilizzato.

DIZIONARIO_INGLESE_BICI

A

Aero: aerodinamico
Ahead: serie sterzo non filettata;

B

BB: acronimo di “bottom bracket”, indica il movimento centrale. La dicitura “bottom bracket shell” si riferisce alla scatola del movimento centrale;
Bikepacking: equipaggiamento della bicicletta con borse che non necessitano di strutture di supporto come portapacchi o altri sostegni;
Brazed on: tipologia di deragliatore anteriore, detta “a saldare”;
Bleed: spurgo dei freni idraulici;
Bunny hop: figura acrobatica della mtb, nella quale si salta un ostacolo orizzontale senza scendere dalla bicicletta;

C

Carbon: fibra di carbonio. Da non confondere con “full carbon”, ovvero la tipologia di realizzazione di telai in composito tramite incollaggio;
Cartridge: cartuccia. Indica sia i movimenti centrali, i mozzi di ultima generazione che le cartucce all’interno di una forcella ammortizzata;
Cassette: pacco pignoni;
Chainstay: foderi posteriori del telaio;
Clip: tacchetta per pedali a sgancio rapido;
Crank arm: braccio della guarnitura;
Cog: pignone;
Compression: il movimento di compressione degli steli all’interno dei foderi in una sospensione;
Compound: la mescola di un copertone;

D

Drop: piega da corsa;

F

Fixed bike: bicicletta a scatto fisso;
Flat: pedali privi di aggancio;
Framesize: dimensione del telaio. Può riferirsi sia alla taglia che al disegno con tutte le misure del telaio;
Freehub: mozzo con integrato il corpetto della ruota libera;
Freewheel: ruota libera con pignoni;
Front: bicicletta dotata di forcella ammortizzata anteriore;
Full: bicicletta dotata di forcella ammortizzata anteriore e ammortizzatore posteriore;

G

Gear: può riferirsi alla trasmissione in generale o all’insieme dei pignoni. “Index gear” sta per cambio indicizzato;

H

Handlebar: manubrio;
Headset: serie sterzo;
Head tube: cannotto di sterzo;
H / L: high speed – low speed, ovvero indicazione dei finecorsa per la regolazione delle battute dei deragliatori;

I

Inch: pollice, unità di misura tipicamente anglosassone (identificata con un numero e “). Usata molto nelle taglie della mtb. 1 pollice equivale a 25,4mm;
Index: l’indicizzazione del cambio;

L

L / R: left – right, ovvero l’indicazione sui perni dei pedali del lato di montaggio, R sta per destro quindi lato guarnitura mentre L sta per sinistro e quindi lato pedivella;

M

Manual: figura acrobatica della mtb, una specie d’impennata in movimento;
Master-cylinder: pompante all’interno della leva del freno dei freni a disco idraulici, che manda l’olio in pressione;

N

Nose-press: figura acrobatica della mtb;

O

Oversize: indica il diametro di un componente quando è più grande rispetto allo standard. Tipici diametri oversize sono la scatola del movimento centrale, il cannotto di sterzo o la parte centrale del manubrio;

P

Pad: a volte definito “brake pad”, indica i pattini e le pastiglie freno;
Pattern: può indicare la disposizione dei tasselli di una copertura o la tipologia di raggiatura di una ruota;
Pivot: perno dei freni, ovvero il fulcro su cui si muovono i bracci dei freni;
Preload: precarica che viene conferita alla molla delle sospensioni;
PSI: Pound square inch, ovvero indicazione della pressione in sistema anglosassone. 1PSI=0.07bar;

Q

Quick release: sgancio rapido. Può riferirsi al sistema di montaggio della ruota sia alla levetta per allargare i pattini freno;

R

Race: pista di scorrimento;
Rebound: estensione degli steli di una sospensione dopo una compressione. In italiano viene chiamato ritorno;
Revoshift: comandi cambio a manopola, che si azionano facendo ruotare la manopola stessa;
Rise: manubrio da mtb;

S

Service: manutenzione;
Setup: impostazione e/o regolazione;
Shadow: letteralmente “ombra”, è una tecnologia creata da Shimano per stabilizzare la catena;
Shock: ammortizzatore posteriore;
SPD: Shimano Pedaling Dynamic, ovvero “pedalata dinamica Shimano”, indica i pedali a sgancio rapido per mtb;
Steel: acciaio;
STI: Shimano total integration, ovvero “integrazione totale Shimano”, indica le leve da corsa integrate con i comandi cambio;
Straight – Pull: letteralmente “spingi e tira” sono dei particolari mozzi con i fori già orientati per la raggiatura;

T

Tapered: serie sterzo conica;
Teeth: denti, indica il numero di denti di una corona o di un pignone. Solitamente si indica con un numero seguito da una lettera T;
Tyre clearance: letteramente “spazio per il copertone”, indica la massima dimensione di copertura utilizzabile su un dato telaio;
Travel: corsa utile di una sospensione. Per le forcelle ammortizzate indica quanto gli steli possono comprimersi nei foderi. In un ammortizzatore posteriore indica la corsa della ruota posteriore, che è il risultato della lunghezza del pistone dell’ammortizzatore moltiplicata per il sistema di leveraggi del carro. Una full con 130mm di travel al posteriore non significa che sia stato installato un ammortizzatore lungo 130mm;
Tubeless: tecnologia di montaggio di copertoni privi di camera d’aria;
Tuning: elaborazione delle sospensioni;





2 Risposte a Dizionario dei termini inglesi della bicicletta

  1. Alex ha detto:

    molto interessante… diffondo tra colleghi traduttori, caso mai tornasse utile!

  2. Diego ha detto:

    Aggiungerei il nome dell’altezza cavallo, che non riesco a trovare su Internet! Complimenti e buon lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *