Monviso: Italia e Francia insieme per il rilancio del turismo

Le comunità locali francesi e italiane ai piedi del Monviso sono protagoniste da tempo di collaborazioni transfrontaliere con l’obiettivo di migliorare la qualità di vita delle popolazioni, lo sviluppo sostenibile dei territori e dei sistemi economici e sociali.

Terres Monviso tursimo Monviso Piemonte
Monviso in bicicletta

Forti degli ottimi risultati ottenuti con il progetto Interreg – Alcotra Véloviso dedicato al cicloturismo, la collaborazione Italia – Francia prosegue con il Piano Integrato Territoriale Terres Monviso (PITer) , tra le cui aree di sviluppo c’è il settore dedicato al turismo internazionale. L’obiettivo del progetto T(o)ur Terres Monviso è di creare e promuovere una destinazione turistica transfrontaliera unica e integrata intorno al Monviso, il maestoso Re di Pietra, mettendo in sinergia i territori del saluzzese e delle sei valli da Po a Stura con tre comunità dei Comuni francesi Guillestre-Queyras, Ubaye-SP, Serre-Ponçon.

Sul lato italiano il progetto prevede la creazione di un sistema di sette porte di valle in cui trovare punti di informazione turistica, vetrine di prodotti del territorio e servizi, come ad esempio noleggio bici, sherpa bus, guide e mappe. Sul lato francese invece, mezzi mobili sostengono l’attività di sviluppo, spingendo l’attenzione sull’outdoor, sul turismo dolce e sostenibile, sul cicloturismo, sull’escursionismo invernale ed estivo, valorizzando la storia, la cultura e la qualità dei prodotti locali presenti nei territori coinvolti. 

Monviso in bicicletta monviso italia francia
Monviso e bicicletta

La sfida è unire e integrare il sistema turistico Italia – Francia per far emergere al meglio il forte potenziale del territorio, in cui Monviso è catalizzatore di attrattività, facendo scoprire luoghi bellissimi e poco abitati, dove poter vivere un’esperienza rigenerante camminando nei boschi, pedalando, vagando per rifugi, scoprendo prodotti locali, ascoltando musica occitana in valle e in alta quota. Un turismo dolce e familiare, ma anche tecnico per sportivi appassionati di alpinismo, trekking, arrampicata e bicicletta in tutte le sue declinazioni.

La ricchezza del patrimonio naturalistico della zona del Monviso va a braccetto con la dimensione culturale che si respira nelle sue valli: l’incontro tra natura e cultura sono il cuore dell’identità di questi luoghi. Assume quindi un sapore ancora più importante l’avvincente candidatura di Saluzzo – Monviso a capitale Italiana della Cultura 2024 una sfida in termini di riconoscimento di un territorio nel suo insieme. “Una Montagna di futuro” in cui per la prima volta un territorio alpino si presenta alla selezione di Capitale della Cultura come luogo montano non solo naturalistico, ma anche di innovazione e cultura.

Logo ufficiale Saluzzo Monviso Capitale Cultura 2024
Saluzzo – Monviso Capitale Cultura 2024, logo ufficiale

Tra gli eventi che si terranno per promuovere il territorio, il prossimo 31 luglio si terrà l’edizione numero 0 della 100 Miglia del Monviso, una gara internazionale dedicata ai corridori, questa volta senza la bicicletta!

Per maggiori informazioni visita: Veloviso, VisitMove, TerresMonviso, Patrimonio Occitano del Monviso

[Contenuto sponsorizzato]

Lascia un commento

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti