MENU
viaggi girolibero

PedaLodi, in bici alla scoperta del lodigiano

Diari • di 10 Giugno 2014

250 km di piste ciclabili alle porte di Milano? Questa è la piacevole sorpresa per gli appassionati delle due ruote che decidono di scoprire la provincia di Lodi e il suo territorio pedalando. Il percorso ad anello di quattro giorni è adatto anche ai meno esperti ed è percorribile nella sua interezza o solo in parte grazie ai treni regionali che collegano facilmente con Milano. Dedicato a tutti i Milanesi che la domenica affollano le ciclabili dei Navigli e non sanno che, poco più lontano ci sono ciclabili immerse nella natura, dove regna il silenzio e la tranquillità.

Bici1

Milano – Lodi 50 KM

Uscire da Milano può non sembrare facile ma grazie alla ciclabile che passa in Viale Argonne, Via Corelli e taglia il parco Forlanini si riesce a costeggiare in sicurezza l’aeroporto di Linate. Grazie a strade secondarie e a ciclabili si tocca Paullo e si arriva sulla sponda dell’Adda. Continuando a pedalare, lungo la sponda destra del fiume su sentieri dal fondo non asfaltato si arriva a Lodi, fondata nel 1150 da Federico Barbarossa, dove ciclisti pedalano indisturbati nella piazza principale e tra i vicoli del centro storico

Scarica la traccia

Lodi

Una visita al centro storico è d’obbligo: merita, in particolare, una visita la cattedrale e  il tempio della Beata Vergine Incoronata.

Cattedrale
E’ a Lodi che raggiungo Veronica, Alberto, Federico, Fabio, Franco e Girumin per pedalare con loro alla scoperta di PedaLodi.

Bici12

Lodi – Senna Lodigiana 45 km

Si continua a pedalare verso sud raggiungendo il fiume Muzza, e si prosegue lungo l’argine e poi in “mezzo ai campi”, alle volte fin troppo in mezzo ai campi su sentieri mai battuti. Si supera Brembio e a Zorlesco ci fermiamo per una visita a Villa Biancardi. Si pedala verso sud, fino all’oasi di Monticchio, una riserva naturale in cui si riproducono aironi e garzette. L’atmosfera è molto suggestiva, grazie all’abbondante fioritura dei pioppi che hanno imbiancato con il loro polline l’intera riserva dandoci l’impressione di pedalare in un paesaggio innevato.

Bici4

Dopo qualche chilometro fino a giungere a Senna Lodigiana dove ci ricolleghiamo alla via Francigena e pernottiamo nell’ostello che il comune mette a disposizione per il pellegrini diretti a Roma. Da Senna Lodigiana passano due importanti vie dedicate al cicloturismo: la Via Francigena (o Eurovelo 5), che collega Canterbury con Roma, e la ciclovia del Po che collega Venezia con Torino (VenTo) o anche Eurovelo 8.

Scarica la traccia 

Senna Lodigiana – Santo Stefano Lodigiano 37 km

Riprendiamo a pedalare passando da Orio Litta e dalla sua Villa e imbocchiamo l’argine maestro del Po su cui si sovrappongono i tracciati della Via Francigena e di VenTo, pedaliamo sul terrapieno che si alza dalla pianura in prossimità del fiume. A Corte Sant’Andrea sostiamo sul Transitum Padi, l’attraversamento del Po usato fin dal medioevo dai pellegrini che volevano attraversare il fiume per raggiungere Roma. Ancora oggi per attraversarlo bisogna accordarsi con Danilo Parisi che con la sua barca aiuta i pellegrini a raggiungere la sponda destra del fiume. Continuiamo a pedalare lungo l’argine e incontriamo diversi pellegrini diretti verso la capitale.

Bici_Pellegrini

Si continua a pedalare immersi nella pianura e ammiriamo il nuovo tratto di ciclabile che prima costeggia e poi supera la Via Emilia verso San Rocco al Porto, dove un tempo si era costretti a un attraversamento particolarmente pericoloso.

Bici9

Si prosegue fino a Santo Stefano, dove assistiamo all’inaugurazione del nuovo servizio di bike sharing che dà la possibilità di prendere in prestito le biciclette in 8 comuni della provincia di Lodi.

Scarica la traccia

Santo Stefano Lodigiano – Milano 80 km

Il percorso di oggi percorre la dorsale dell’Adda fino a Lodi lungo ciclabili, strade secondarie e se proprio necessario qualche chilometro di provinciale; sul lato destro scorre parallela una pista ciclabile che permette di pedalare in sicurezza.

Bici2

Dopo aver attraversato il centro si prosegue verso nord, sempre su ciclabili, per poi piegare a ovest ed entrare in provincia di Milano a Melegnano, da cui imbocchiamo il sentiero dei Giganti che attraverso i campi e passa vicino a Cascina Santa Brera, un esempio d’agricoltura sostenibile dove Irene accoglie i ciclisti con gelato e frutta di produzione della cascina. Si continua lungo ciclabili fino a San Giuliano Milanese, dove in prossimità della stazione delle biciclette si può prendere la metropolitana per rientrare a Milano. Guarda gli orari in cui è consentito il trasporto in bici in metropolitana.

Bici11

Tappa abbastanza lunga che si consiglia ai meno allenati di concludere a Lodi con il rientro con il treno regionale che in una ventina di minuti collega con la Stazione centrale di Milano.

Scarica la traccia







Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *