MENU
viaggi girolibero

Pavia – Le aziende del bike sharing si presentano all’Italia

News • di 4 Settembre 2017

Il bike sharing sta vivendo una nuova fase di rilancio e sviluppo, con l’ingresso nel mercato di operatori provenienti dal far east che stanno rivedendo le regole di ingaggio sulle città.

stazione bike sharing

Una classica stazione di bike sharing

In buona sostanza si è passati da un modello sovvenzionato dal pubblico a un modello che si dovrebbe autosostenere economicamente e che, privo di infrastrutture fisse e stabili, si affida ai grandi numeri per riuscire a garantire a tutti e a ciascuno la possibilità in qualunque momento di avere a portata di mano una bicicletta per i propri spostamenti dell’ultimo miglio.

Il sistema a flusso libero, dopo essere esploso in pochissimo tempo in Cina sta arrivando anche nel nostro paese e, mentre nel resto d’Europa viene accolto con grande scetticismo, l’Italia gli ha spalancato le porte, in particolare a Firenze e Milano dove le prime biciclette in free flow  stanno già operando da qualche settimana.

bike sharing cina

Ma quali sono i rischi e quali sono le opportunità di questo nuovo modus operandi? Può un sistema pubblico di mobilità affidarsi unicamente sui privati? E con quali garanzie?

Venerdì 15 settembre, in occasione del Festival Lebici di Pavia, le principali aziende di bike sharing al mondo si presenteranno all’Italia in una tavola rotonda che si pone l’obiettivo di togliere ogni dubbio residuo sul presente e sul futuro del bike sharing.

Lebici Festival

Saranno presenti i rappresentanti delle seguente aziende:

Bicincittà – leader del mercato italiano, ha aperto oltre 100 posizioni in tutta Italia;

Nextbike – Tedesca, fondata nel 1996, con una flotta da 44.000 biciclette, è la più grande azienda europea del settore, offre sistemi station based, free flow e ibridi. Da poco quotata alla borsa di Varsavia.

Mobike – Cinesi, hanno da poco dislocato le proprie biciclette a Milano e a Firenze. La start-up, fondata nel gennaio 2015, ha raccolto finanziamenti per oltre 1 miliardo di dollari.

Ofo Bikes – è l’altro big player del mercato cinese.  Fondata nel 2015, conta già oltre 20 milioni di iscritti. Anche qui si parla di oltre un miliardo di dollari di capitalizzazione e di una flotta di oltre 2,5 milioni di biciclette

Obike – Sono l’alternativa made in Singapore ai colossi cinesi. Nati a febbraio 2017, hanno già progetti aperti in Germania, Olanda, Svizzera e Austria.

La tavola rotonda, cercherà, con l’aiuto del pubblico, di rispondere alle domande più frequenti e fugare eventuali perplessità su questo ambito della mobilità in rapidissima espansione.


Il Presente e il Futuro del Bikesharing

Luogo: Broletto, Piazza Vittoria, Pavia.
Quando:  Venerdì 15 Settembre 2017, ore 14

Registrazione e info sull’evento: www.lebici.it/presente-futuro-bikesharing/

Programma:

Modera: Paolo Pinzuti – Direttore Sviluppo, Bikenomist srl

Interventi di:

Kristian Brink – Responsabile Sviluppo Internazionale, Nextbike GMBH
Marco Menichetti* – Responsabile Mercato italiano, Ofo Bike;
Alessandro Felici, Direttore Mobike Italia;
Enrico Spampinato, Italian Market Business Developer, Obike;
Gianluca Pin – Direttore Commerciale, Bicincittà srl;

 

 







Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *