Selle Royal dona il proprio Natale alle vittime del maltempo sulle Dolomiti

21 Dicembre 2018

Ai primi di novembre un’ondata di maltempo ha devastato i boschi delle Dolomiti: raffiche di vento a 200 km/h hanno disboscato spazi giganteschi e causato la morte di 12 persone.

“In quei giorni stavamo pianificando la tradizionale festa di Natale di Selle Royal, ma era difficile concentrarsi su una festa quando a pochi km ci sono territori in difficoltà e famiglie che piangono i propri morti. In azienda ci siamo guardati in faccia e abbiamo deciso di invertire la rotta: niente festa di Natale quest’anno, niente regali per clienti né per i fornitori.” Racconta Monica Savio, Responsabile Comunicazione e Formazione di Selle Royal.

“Abbiamo subito chiesto un confronto con i lavoratori e le organizzazioni sindacali e assieme abbiamo deciso di offrire la possibilità a tutti di donare un’ora del proprio stipendio a titolo volontario alla ricostruzione dei territori danneggiati dal maltempo.” Proprio questo principio è stato alla base della campagna di comunicazione rivolta ai dipendenti, dal titolo “è ORA di ricostruire”.


La delegazione di Selle Royal a San Tomaso Agordino

Martedì scorso, una rappresentanza del Gruppo Selle Royal ha consegnato quanto raccolto al comune di San Tomaso Agordino in provincia di Belluno che ha subito danni per 6 milioni di euro. La direzione ha preferito non rilevare l’ammontare complessivo della donazione, ma persone informate riferiscono si tratta di una cifra a quattro zeri.

“Con questa azione vogliamo non solamente offrire un piccolo contributo per la ricostruzione, ma anche aiutare a puntre nuovamente i riflettori su quei territori che dopo il disastro hanno visto spegnersi ogni riflettore e ogni attenzione. Dobbiamo riportare l’attenzione della pubblica opinione sul tema.” Ha chiosato la manager dell’azienda vicentina.

Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti