Trend di viaggio 2020: la bicicletta è la chiave?

13 Gennaio 2020

Come andremo in vacanza nel 2020? Messi di fronte ai pericoli dell’overtourism e più consapevoli dell’impatto che le vacanze hanno su ambiente e popolazioni locali, i viaggiatori cercano nuovi modi di viaggiare. Booking.com, piattaforma di prenotazione alberghiera, ha individuato i principali trend di viaggio del 2020 in base a una ricerca condotta su 22.000 viaggiatori di 29 mercati diversi e ai dati ricavati da più di 180 milioni di recensioni verificate.

Cosa porterà quindi questo decennio? Comportamenti diversi e l’appagamento di desideri rimasti a lungo nascosti. Booking.com prevede infatti che il 2020 sarà un anno di viaggi di scoperta, dove la tecnologia sarà un supporto essenziale sia per l’organizzazione sia per l’esperienza stessa del viaggio. Pilastri di questo nuovo modo di vivere il viaggio saranno il crescente senso di responsabilità e di prossimità ai luoghi visitati e alle persone che li abitano.
trend di viaggio

Dei trend individuati, cinque confermano che la bicicletta e il cicloturismo saranno sempre più protagoniste del modo di interpretare le vacanze:

1- L’era dell’esplorazione

Il 2020 è l’anno che contrasterà il turismo di massa, infatti aumenteranno il numero di viaggi verso “le seconde scelte”- ovvero mete meno note e affollate – e l’attenzione all’ambiente. Oltre la metà (54%) dei viaggiatori intende contribuire attivamente a combattere il fenomeno dell’overtourism, mentre il 51% sceglierebbe una mèta meno nota (ma che abbia somiglianza con quelle più celebri), con l’obiettivo di diminuire l’impatto ambientale. Il cicloturismo per sua natura si sviluppa in particolare nei luoghi meno frequentati, per un’esplorazione continua di bellezze meno note e forse per questo dalla bellezza inarrivabile.

2- La tecnologia come guida

Decidere la mèta di una vacanza passerà attraverso l’utilizzo della tecnologia. Non vogliamo sentirci disorientati, abbiamo bisogno di consigli smart che aiutino a districarsi tra mille opzioni ed esperienze. Risparmieremo tempo, ma soprattutto scopriremo attività e luoghi finora impensati. Quasi 6 persone su 10 (59%) contano sulla capacità delle nuove tecnologie di trovare mete nuove, inaspettate, mentre 4 su 10 useranno app di prenotazione di attività in tempo reale. I cicloturisti lo sanno bene: basta impostare una traccia gpx su un’app di navigazione e la strada si apre come per magia.

fiera del cicloturismo

3- Rallentare

Basta correre. Il 2020 sarà all’insegna della lentezza: circa la metà dei viaggiatori (48%) intende usare mezzi di trasporto più lenti per ridurre il proprio impatto ambientale e il 61% intende percorrere un tragitto più lungo per vivere più intensamente il viaggio. A piedi, in bicicletta, in barca ma addirittura con la slitta o in tram il viaggio si trasforma, rallenta, diventa slow. Già ora il 57% degli intervistati è disposto ad impiegare più tempo per arrivare a destinazione, pur di usare un mezzo di trasporto meno veloce, più autentico e alternativo.

4- Più attività e più vicine

La vera ricchezza del nostro mondo è il tempo. Per contrastare la frenesia e riappropriarsi proprio del tempo – e della possibilità di viverlo al massimo, nel 2020 risulteranno vincenti (per il 54% del campione) le destinazioni e le località dove i viaggiatori potranno dedicarsi a tutte le proprie attività preferite. Per il 62%, attività, esperienze ed attrazioni dovrebbero anche essere vicine una all’altra, proprio per risparmiare tempo.
fiera del cicloturismo

5- Avventure per tutti

Invecchiare oggi ha un significato ben diverso. Non si guarda più al buen retiro, ma alla possibilità di avere a disposizione quel tempo libero sufficiente a farci vivere le migliori avventure. E così circa un quarto delle persone tra i 18 e i 25 anni vorrebbe dire addio al mondo del lavoro una volta varcata la soglia dei 55 anni per fare, finalmente, quello che preferisce. Metà (47%) dei viaggiatori intervistati vuole dedicarsi a viaggi più avventurosi una volta in pensione, mentre un quinto (19%) di chi ha già lasciato il lavoro programma un anno sabbatico quasi interamente dedicato al viaggio. Si tratta quindi di essere pronti a rispondere alle richieste di una nuova clientela esigente, matura e che ha voglia di scoprire il mondo al proprio ritmo.

La risposta perfetta alle esigenze del viaggiatore del 2020 esiste ed è il viaggio in bicicletta. La bici permette di rallentare, di lanciarsi in nuove avventure, di esplorare mete fuori dall’ordinario e di coniugare esperienze diverse. Non resta che scegliere la destinazione del prossimo viaggio, decidere il proprio ritmo, assecondare le proprie passioni e affrontare le proprie sfide personali.
E se hai dubbi su dove andare o su come organizzarti per una vacanza diversa dal solito, partecipa alla prima Fiera del Cicloturismo, il 28 e il 29 marzo 2020 a BASE Milano.
Ingresso gratuito previa registrazione: www.fieradelcicloturismo.it

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.799
Acquista
Meccanica Base 1
199
Acquista
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti