Seattle dice addio ai parcheggi, arrivano le Flex Zone

3 Febbraio 2020

La città di Seattle ha adottato una nuova e innovativa pratica di gestione della sosta in strada, diventando tra le prime città a sperimentare quelle che vengono definite “Flex Zone“: aree stradali che perdono la loro funzione di parcheggio a tempo pieno per diventare spazi flessibili e polifunzionali.

Le Flex Zone di Seattle sono una soluzione alla gestione tradizionale della strada, vanno infatti ad eliminare i classici parcheggi lungo il marciapiede andando a riqualificare “spazi pubblici morti”, restituendo allo spazio stradale un valore superiore alla mera funzione di arteria di scorrimento veicolare o di deposito temporaneo delle auto in sosta.

Quelli che prima erano semplici stalli a parcheggio diventano nuove aree per la mobilità in tutte le sue forme, per il verde e l’arredo urbano, aprendo la strada a ulteriori funzioni che non si limitino all’esclusivo transito di mezzi a motore.

Le Flex Zone di Seattle ad oggi accolgono spazi per il trasporto pubblico, per la fermata temporanea delle auto (carico e scarico), per la socializzazione (tavoli, sedie e parklet) e aree verdi per il deflusso sostenibile delle acque meteoriche. Si tratta di un primo passo per restituire una grande quantità di spazio pubblico alle persone, sottraendolo alle auto e in qualche modo rilanciando il trasporto pubblico e la mobilità attiva. Infatti, questi interventi si sposano appieno con la realizzazione di nuove corsie e piste ciclabili, o semplicemente con l’idea che lo spazio del marciapiede debba essere libero dal parcheggio e dalle auto, per incentivare le persone a muoversi a piedi, dare un senso di sicurezza e di maggior decoro urbano.

La municipalità di Seattle ha previsto la diffusione delle Flex Zone in modo diverso in base al contesto urbano. Nelle aree residenziali le funzioni delle Flex Zone hanno diverse priorità rispetto ad esempio a quelle che si possono trovare in un’area industriale della città.
Su sei funzioni primarie indicate dai tecnici (Mobilità, Accessibilità pedonale, Accessibilità commerciale, Attivazione dello spazio pubblico, Aree verdi e parcheggio) la sosta delle auto è al quinto e sesto posto in ordine di priorità per aree residenziali e aree commerciali, guadagna posizione solo in contesti industriali, dove è necessario prevedere spazi per la logistica dei veicoli.

La novità di Seattle deve essere motivo di riflessione per le città di tutto il mondo, così da poter fare delle doverose considerazioni sulle enormi potenzialità racchiuse nello spazio della strada.

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.799
Acquista
Meccanica Base 1
199
Acquista
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti