Buono Mobilità: ok i rimborsi, ma la questione voucher andava gestita meglio

1 Dicembre 2020

L’onda lunga del click day del Buono Mobilità continua a far parlare di sé: i tanto attesi rimborsi per gli acquisti di bici o mezzi di micromobilità elettrica effettuati dal 4 maggio al 2 novembre 2020 già da qualche giorno stanno arrivando tramite bonifico sui conti correnti dei richiedenti. Ma resta irrisolto il nodo “voucher”, soprattutto per quel che riguarda la loro effettiva spendibilità: e su questo punto il Ministero dell’Ambiente avrebbe potuto – e aggiungo io, dovuto – fare di più.

Il ministro dell’Ambiente Sergio Costa proprio ieri con un dettagliato post su Facebook ha comunicato i numeri dei rimborsi scrivendo: “Sono partiti già da qualche giorno i bonifici per rimborsare il buono mobilità (o bonus bici). Più di 100 mila i cittadini già rimborsati. Quindi è questione di giorni, se non di ore, per il rimborso delle persone ancora in attesa”.

Peccato, però, che il titolare del dicastero dell’Ambiente – e grande fautore di questa misura per incentivare l’acquisto delle due ruote a pedali – non abbia minimamente accennato al tema dell’effettiva spendibilità dei voucher erogati proprio nel click day del 3 novembre scorso e in scadenza il 2 dicembre 2020: dopo la precisazione del Ministero dell’Ufficio Stampa del Ministero dell’Ambiente a Bikeitalia – in cui si ribadiva l’impossibilità di utilizzare il voucher come caparra per l’acquisto di una bici con consegna prevista dopo la sua scadenza (o non disponibile in magazzino in caso di vendita online, ndr).

E anche sotto al post del ministro Costa la mia domanda puntuale, in cui evidenziavo questa mancanza, non ha avuto risposta:

Commento Manuel Massimo post Facebook voucher buono mobilit Sergio Costa

La situazione in cui si trovano migliaia di persone con il voucher in tasca è quella di non poterlo spendere, perché le bici sul mercato scarseggiano già da mesi, molti marchi hanno le prime consegne disponibili nella primavera inoltrata del 2021 e in ogni caso il voucher scaricato dopo tante tribolazioni il 3 novembre scadrà il 2 dicembre 2020, non potrà essere utilizzato come anticipo per acquisti futuri e diventerà un codice alfanumerico senza alcun valore o carta straccia (per chi l’ha già stampato).

La questione del voucher ha messo a nudo un errore di valutazione e un’errata tempistica da parte del Minambiente: è vero che “con i se e con i ma non si fa la storia”, ma la piattaforma www.buonomobilita.it era stata annunciata per l’estate e se fosse andata online a luglio scorso come promesso (dando poi la possibilità di spendere il voucher entro il 31 dicembre 2020, ndr), molte persone aventi diritto avrebbero avuto 5 mesi di tempo a disposizione, la possibilità di un’ampia scelta e, soprattutto, la facoltà di ordinare un mezzo davvero adatto alle proprie esigenze, non di accontentarsi per forza delle rimanenze di mercato pur di spendere il voucher. E in molti rinunceranno all’acquisto.

Eravamo in attesa, come tanti, di una circolare ministeriale che chiarisse il punto o, quantomeno, che lo affrontasse con cognizione di causa dando a migliaia di persone una risposta certa e definitiva. Invece siamo rimasti senza risposte. E chi aveva aspettato ad acquistare la bici per poterlo fare direttamente con lo sconto, dopo aver vinto la lotteria del click day si è ritrovato con un biglietto in mano che il 2 dicembre 2020 da voucher-sconto diventerà un documento senza alcun valore. Peccato.

Commenti

24 Commenti su "Buono Mobilità: ok i rimborsi, ma la questione voucher andava gestita meglio"

  1. Claudio ha detto:

    Mi sono preregistrato al sito a novembre e il sistema ha chiesto solo l’importo. Dopo aver scritto al sito mi arriva la risposta (dopo 1 mese) che dal 14 al 15 gennaio sarà possibile richiedere il rimborso… Oggi è 14/01, il sito è uguale a prima dove non permette di inserire lo scontrino… mi devo leggere un allegato che parla di un ‘sistema di accomodamento’ che ovviamente non compare da nessuna parte…

    Ma qualcuno tiene conto di quante ore si devono spendere per stare dietro a queste pratiche!!!?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti