Francia: incentivo fino a 2500 euro se rottami l'auto e acquisti un'ebike - Bikeitalia.it

Francia: incentivo fino a 2500 euro se rottami l’auto e acquisti un’ebike

11 Agosto 2021

Francia: incentivo per l’acquisto di ebike se rottami l’auto di proprietà. Ne avevamo già parlato come una delle possibili azioni annunciate dal governo francese per combattere i cambiamenti climatici, in questi giorni è arrivata la conferma: chiunque rottamerà un veicolo inquinante potrà acquistare una bici elettrica con un incentivo di 1.500 euro a cui sommare altri 1.000 euro in caso di acquisto di una cargo bike.

L’iniziativa è prevista tra le varie azioni intraprese dalla nuova legge francese per avviare la transizione ecologica del paese, un’interessante novità che permetterà a tutti i cittadini di rottamare la propria auto per l’acquisto di un mezzo veramente a emissioni zero.

e-bike a Parigi
Francia incentivo ebike – Le bici elettriche del sistema Véligo

La ricetta francese

L’idea dei cugini d’Oltralpe lascia davvero a bocca aperta se paragonata con gli annunci del governo italiano, in particolare del Ministro alla Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, il quale ha dichiarato al Corriere della Sera che i nuovi incentivi per l’acquisto delle auto andranno anche a chi sceglierà di comprare auto a motore termico.

Sono 350 i milioni di euro di fondi pubblici che ancora una volta finiranno ad alimentare il mercato delle auto, ma questa volta non si limiteranno solo all’acquisto di auto elettriche o ibride, ma addirittura a quelle più classiche a motore endotermico, aiutando ancora una volta quelle case automobilistiche che più faticano ad adattarsi ai cambiamenti dettati dall’agenda climatica.

Ridurre il numero di auto

L’iniziativa francese è del resto molto lungimirante e permette non solo di ridurre il numero di veicoli inquinanti in circolazione, ma più in generale di ridurre il numero di auto, con tutti i vantaggi che ne derivano.

cargo bike in Francia incentivi bici
Il bike sharing elettrico disponibile nell’Ile-de-France

In Italia simili iniziative per disincentivare il possesso dell’auto privata, portate avanti da poche amministrazioni comunali virtuose, hanno appunto il limite di essere attive soltanto su base comunale e non nazionale.

La norma francese invece permetterà a chiunque di comprare a prezzo scontato delle nuove e-bike. In questo modo aiuterà anche chi vive in aree suburbane a rinunciare all’auto oppure, forse più realisticamente, alla seconda auto di proprietà.

La decisione del governo italiano di incentivare il mercato dell’auto sembra davvero anacronistica, utile esclusivamente a vendere in gran numero le auto a motore termico già prodotte e rimaste invendute. Dunque a procrastinare ulteriormente il “bagno di sangue” della transizione ecologica annunciato dallo stesso Cingolani.

Un bagno di sangue probabilmente inevitabile, ma tuttavia necessario e che in parte potrebbe essere attutito e gestito da nuovi investimenti statali mirati alla transizione ecologica del tessuto economico-produttivo del Paese. Del resto l’industria delle bicicletta italiana, nel suo piccolo, ha già annunciato importanti investimenti e nuovi posti di lavoro nel settore.

Fonte: Elpais

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti