Perché ho voluto organizzare una Fiera del Cicloturismo

28 Febbraio 2022

Ho iniziato a praticare il cicloturismo 15 anni fa, è stato il naturale punto di incontro tra me e mio marito: lui appassionato di rugby e fotografia, io di yoga e di scrittura, entrambi amanti dei viaggi, la bicicletta è stato il punto di incontro tra azione e gentilezza.

Era il 2007 e vivevamo in Germania a Norimberga, complici le ristrettezze economiche di una giovane coppia appena entrata nel mondo del lavoro, il connubio “bici + tenda” era la formula perfetta per permetterci di andare alla scoperta del mondo. Che poi in Germania era facile: senza navigatori né cellulari, bastava aprire una cartina, seguire la segnaletica e il corso di qualche fiume per andare pressoché ovunque.

Per il nostro matrimonio, Paolo mi regalò una bici da viaggio, che poi ho usato per il nostro viaggio di nozze e per tutti i viaggi grandi e piccoli che sono venuti dopo: in Svizzera, in Andalucia, in Marocco, in Islanda, in Scozia, in Toscana, in Costa Azzurra e Provenza, in Giordania e Siria, e anche in quel viaggio di 4 mesi attraverso il Sud America.

Viaggiare in bicicletta mi ha sempre fatto sentire libera e spensierata. Ho sempre amato quella dolce stanchezza che si prova alla sera, al termine di una lunga giornata in sella sotto il sole, magari controvento, alle volte sotto la pioggia.

L’unico problema è che per chi vuole viaggiare in bicicletta le informazioni sono sempre scarse: quando viaggi in bici conta ogni chilometro e ricordo bene quella volta che per entrare a Siviglia siamo finiti in autostrada o le volte che, proprio per evitare strade troppo trafficate, abbiamo spinto la bici per chilometri e chilometri tra i campi coltivati.

Per ovviare al problema, sono stata felice di entrare nella squadra di Bikenomist in cui, attraverso il portale Bikeitalia.it, abbiamo cercando sempre di condividere le informazioni sui migliori percorsi in bicicletta (a proposito, date un’occhiata alla nostra collana di ebook gratuiti qui) e di raccoglierne il più possibile nelle fiere del turismo e negli eventi dedicati alla bicicletta.

Ma anche qui: nelle fiere del turismo la bicicletta era sempre un “di cui” trascurato e nelle fiere di bici, la parte di turismo era sempre tenuta in castigo. E allora mi sono detta: “Ci vorrebbe una Fiera del Cicloturismo“.

alpine pearls in bicicletta

Ci siamo consultati internamente, ne abbiamo parlato con un po’ di destinazioni con cui eravamo soliti collaborare e le reazioni sono state da subito entusiaste. Allora ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo iniziato a creare una cosa nuova, che non esisteva.

La prima edizione si sarebbe dovuta tenere a fine marzo 2020 a Milano, ma lo scoppio della pandemia e il lockdown costrinsero tutti noi a rivedere ogni piano.

Mi piace pensare che in questi due anni non solo non ci siamo fermati, ma abbiamo preso la rincorsa per arrivare, più pronti che mai all’appuntamento: il 12 e il 13 marzo 2022 si terrà quindi la prima Fiera del Cicloturismo alla Fabbrica del Vapore.

Lì troverete più di 50 espositori tra enti di promozione turistica, tour operator, destinazioni e case editrici specializzate che offriranno tutte le informazioni del caso a chi vuole intraprendere la propria prima o la propria millesima vacanza in bicicletta.

Durante la Fiera del Cicloturismo si terranno inoltre i Bikeitalia Talks: una carrellata di presentazioni e incontri che coinvolgeranno i personaggi più interessanti del mondo del viaggio in bici e dei professionisti che sapranno offrire utili consigli per non farsi mai trovare impreparati.

moravian-wine-trails-lednice

La Fiera del Cicloturismo sarà quindi il punto di incontro tra le destinazioni turistiche, i territori e i tour operator che si presenteranno a tutti coloro che vogliono provare un’esperienza nuova all’aria aperta.

La Fiera del Cicloturismo non sarà una fiera di biciclette: perché i protagonisti di una vacanza in bicicletta non sono biciclette, componenti e accessori ma sono le persone e i paesaggi che attraversano.

E perché il cicloturismo è democratico e alla portata di tutti. Anche per questo abbiamo deciso di mantenere l’ingresso gratuito per tutti.

La Fiera del Cicloturismo è quell’evento che avrei voluto visitare 15 anni fa quando ho iniziato a viaggiare in bicicletta per evitarmi qualche sgradevole inconveniente. 15 anni fa non c’era. Oggi c’è.

Vi aspetto il 12 e 13 marzo alla Fabbrica del Vapore a Milano.

Ingresso gratuito con registrazione obbligatoria qui: www.fieradelcicloturismo.it

Commenti

5 Commenti su "Perché ho voluto organizzare una Fiera del Cicloturismo"

  1. Donatello ha detto:

    Ciao Pinar e ciao a tutto lo staff di Bikeitalia e Bikenomist.
    Sono stato alla fiera del cicloturismo entrambe le giornate (non sono riuscito a seguire tutti i talk che volevo) e volevo farvi i miei complimenti. Ottima fiera, mancava veramente!!! Pensata ed organizzata bene.
    Nel mondo delle due ruote a motore umano, mancava un punto di riferimento che potesse dare risposta alle mille domande, incertezze e credenze popolari che la bici e gli spostamenti in bici si portano dietro.
    Vi seguo da anni e mi avete fatto scoprire e apprezzare ancora di più un modo che già amavo ma non riuscivo a fruttare pienamente.
    Adesso ci siete e speriamo di cambiare un po’ il mondo in meglio… i primi risultati si vedono… GRAZIE!!!

  2. ERNESTO BAROCCI ha detto:

    “…perché i protagonisti di una vacanza in bicicletta non sono biciclette, componenti e accessori ma sono le persone e i paesaggi che attraversano”. Non c’è da dire di più e meglio! BRAVI

  3. Marco ha detto:

    Si può venire in bici nel senso che è possibile entrare con la propria bici o va lasciata fuori? È all’aperto o al chiuso? Grazie

    1. Manuel Massimo ha detto:

      Buonasera Marco,

      alla Fiera del Cicloturismo si può venire in bici: ci sarà un parcheggio gratuito e custodito (all’interno dello spazio Fiera, all’aperto) dove poter lasciare legata la propria bicicletta prima di accedere all’area Expo > https://www.bikeitalia.it/2022/03/07/grazie-a-shimano-italia-la-fiera-del-cicloturismo-avra-un-parcheggio-bici-da-300-posti/

      Manuel Massimo – Direttore responsabile di Bikeitalia.it

  4. Gian Carlo ha detto:

    Gran bella iniziativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti