Milano: la console generale dei Paesi Bassi scambia l’auto di servizio con una bici

15 Giugno 2022

L’auto di servizio non mi serve: meglio la bici. Per i Paesi Bassi è una cosa normale, quasi ovvia: ma per l’Italia il fatto che una diplomatica straniera – la console generale dei Paesi Bassi Mascha Baak, appunto – abbia rinunciato all’unica auto di servizio (un’Audi targata Corpo Diplomatico, ndr) scambiandola con una bici è una notizia.

Il 9 giugno scorso il Consolato Generale Nerlandese di Milano ha messo in funzione il suo nuovo ufficio interamente sostenibile – che ha ricevuto il certificato oro LEED (Leadership in Energy and Environmental Design).

Ma c’era ancora questo piccolo “problema” da risolvere. Ora, tolta anche l’unica auto a disposizione, la struttura può contare su una flotta di 10 biciclette Swapfiets, il cosiddetto “Netflix del bike sharing” presente dal 2020 anche a Milano. Questo servizio – con un importo fisso mensile – garantisce anche riparazioni e sostituzione della bici in caso di necessità.

Una misura a favore della sostenibilità e contro i cambiamenti climatici in una realtà come Milano che il Consolato Generale Nerlandese su Facebook reputa “un’ottima città ciclistica, grazie al rapido sviluppo di nuove piste ciclabili”. La rinuncia all’auto di rappresentanza è stata immortalata in un breve video diffuso dall’Ambasciata e Consolato del Regno dei Paesi Bassi in Italia.

La console generale Mascha Baak ha spiegato le ragioni di questa scelta, poi ha inforcato la sua bicicletta Swapfiets parcheggiata in garage ed è uscita per le strade di Milano.

Leggi anche: Per una vera transizione ecologica bisogna ridurre il numero delle auto

Masterclass in Meccanica Ciclistica

Trasforma la tua passione in una professione

Commenti

6 Commenti su "Milano: la console generale dei Paesi Bassi scambia l’auto di servizio con una bici"

  1. Enzo ha detto:

    Affermare con presunzione che non abbia capito l’articolo a che serve?
    Credo di averlo letto una non notizia. Un diplomatico di vertice si toglie l’auto, se non per pubblicità per cos’è?
    Per esempio verso la gente normale?
    Vi pare che si andava a comprare le marche da bollo da sola? A fare le file alla posta?
    Quando sarà invitata alla Scala ci andrà in bici con la gonna appuntata con le mollette. Sicuro!

  2. Bernard ha detto:

    Quando vengono pubblicate notizie come queste gli italiani diventano una popolazione con una natalità altissima e l’Italia diventa il paese già piovoso al mondo.

  3. Enzo ha detto:

    Mica deve portare uno o più figli a scuola/sport mentre piove o tempaccio!
    Magari questa andava a svagarsi al parco.

    Abbiate il coraggio di mettere esempi di persone reali che non abitano in una grande città…

    [Questo commento è stato moderato prima della pubblicazione – Bikeitalia.it]

    1. Manuel Massimo ha detto:

      La protagonista della notizia è la console generale dei Paesi Bassi in Italia che ha rinunciato all’auto di servizio targata Corpo Diplomatico e l’ha sostituita con una bici del bikesharing Swapfiets: il mezzo di trasporto che utilizzerà prevalentemente a Milano, al posto dell’auto. Vedo che non ha colto il senso dell’articolo e il suo commento lascia il tempo che trova.

      Manuel Massimo – Direttore responsabile di Bikeitalia.it

  4. Guido ha detto:

    Ottimo esempio per una mobilità ecologicamente sostenibile. Se poi l’Olanda smettesse di essere quel paradiso fiscale legalizzato in Europa, saremmo tutti ancora più contenti.

  5. Nicola ha detto:

    La ripresa video di questo momento è l’equivalente dell’applauso all’atterraggio dell’aereo: la reazione imbarazzante ad una cosa che dovrebbe essere ovvia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti