Sorpresa a Milano: nuove ciclabili e pedonalizzazioni - Bikeitalia.it

Sorpresa a Milano: nuove ciclabili e pedonalizzazioni

23 Agosto 2022

Per diventare una città ciclabile Milano ha un piano: si chiama Cambio, e si tratta di un biciplan, ovvero una rete di connessioni ciclabili sicure e veloci a scala metropolitana. Dopo la ciclabile per l’Idroscalo, partiti i lavori per il collegamento centro-periferia a Ovest; in centro i municipi di zona si coordinano per la pedonalizzazione da San Babila a Loreto.

Il primo tratto della linea 6, che collegherà il centro con la periferia e i Comuni a Est, è già aperto da luglio e permette di raggiungere in sicurezza l’Idroscalo.

Ciclabili a Milano

A Ferragosto sono stati avviati i lavori di realizzazione del primo tratto della linea 13, che attraverserà la zona Ovest da via Rembrandt a Settimo Milanese sfruttando via Novara. Si tratta di una corsia ciclabile lunga 8 km, non separata fisicamente dal traffico ma integrata nella carreggiata: una scelta che permette di ridurre tempi e costi di realizzazione.

La rete capillare di collegamenti ciclabili a scala metropolitana ha l’obiettivo di ricostruire Milano come una città in cui spostarsi in bici e a piedi sia la scelta più facile e sicura, a partire dal centro.

L’Assessorato alla Mobilità sta coinvolgendo i Municipi, ovvero i consigli di zona, per raccogliere spunti e progetti di mobilità da inserire nella revisione del Piano Generale del Traffico Urbano. In questo contesto il Municipio 1 ha proposto di estendere fino a Porta Venezia l’area pedonale che attualmente collega il Castello Sforzesco a Piazza San Babila, con un progressivo ampliamento dello spazio dedicato a pedoni e biciclette.

Il presidente del Municipio Mattia Abdu afferma: “La riduzione del traffico automobilistico era nel nostro programma elettorale. Dopo la trasformazione di via Palestro, si dovrà arrivare anche a progettare la riqualificazione e la pedonalizzazione di corso Venezia per creare un’isola pedonale la cui ampiezza sia un primato in Europa”.

L’obiettivo è quindi un ridisegno del centro della città che promuova la vivibilità e la bellezza dello spazio pubblico, coinvolgendo i commercianti per valorizzare le opportunità di un’isola pedonale così estesa e collegata.

Lo spazio stradale di Corso Venezia ospiterà eventi nei finesettimana per far sperimentare ai cittadini delle pedonalizzazioni temporanee, e durante la settimana i pochi parcheggi ancora presenti lungo la ciclabile lasceranno spazio a pedoni, biciclette e monopattini.

La riqualificazione andrà oltre Porta Venezia fino a Piazzale Loreto attraverso Corso Buenos Aires, area di competenza del Municipio 3; anche la presidente Caterina Antola ha chiesto all’Assessorato di poter sperimentare pedonalizzazioni periodiche, forte dei risultati portati negli ultimi due anni dalla pista ciclabile.

La direzione presa dall’Assessorato sembra chiara, e il supporto politico e tecnico da parte dei Municipi fa pensare che nei prossimi mesi vedremo più persone in bicicletta a Milano, che potranno spostarsi da e verso i Comuni limitrofi in sicurezza, per vivere una città con più spazio pubblico e meno traffico.

Masterclass in Meccanica Ciclistica

Trasforma la tua passione in una professione

Commenti

Un commento a "Sorpresa a Milano: nuove ciclabili e pedonalizzazioni"

  1. Andrea ha detto:

    No, non ci credo, sono arrivati i Marziani in comune?? :)
    Io sogno un Baires come l’ Av. Jean Médecin di Nizza che ho visto quest’estate, andate a vedervela.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti