Bici

Caduta in bici a causa di una buca: ferito e risarcito con 40 mila euro

Caduta in bici a causa di una buca: ferito e risarcito con 40 mila euro

Con i tempi della giustizia italiana, una recente sentenza ha condannato l’ente proprietario di una strada a un risarcimento di 40 mila euro. Nove anni fa – all’epoca dei fatti, febbraio 2014 – il protagonista della vicenda era un ragazzo dodicenne che stava facendo una tranquilla pedalata in bicicletta insieme con sua madre a Castro dei Volsci, in Provincia di Frosinone.

Caduta in bici risarcimento sicurezza stradale
Caduta in bicicletta a causa di una buca: ferito e risarcito con 40 mila euro

Caduta in bici a causa di una buca

Mentre attraversavano una curva, l’allora dodicenne aveva perso il controllo della bicicletta a causa del manto stradale danneggiato e, a seguito di una caduta in una buca, aveva subito gravi ferite al viso. La strada mancava di segnaletica che avvisasse del pericolo dovuto alle condizioni stradali, e la presenza di foglie rendeva la superficie ancora più pericolosa.

L’azione legale contro la Provincia

I genitori del bambino hanno intrapreso un’azione legale contro la Provincia, responsabile della manutenzione della strada in questione. La sentenza, emessa quasi dieci anni dopo l’incidente, ha stabilito che la Provincia deve risarcire la famiglia con circa 40.000 euro, spese legali comprese. Tuttavia solo una parte di questa somma è stata coperta dall’assicurazione della Provincia, che è stata costretta a sborsare i 15 mila euro a copertura della franchigia.

La responsabilità dell’accaduto

Il giudice ha citato una sentenza della Cassazione secondo cui l’ente proprietario di una strada è presumibilmente responsabile per incidenti causati da situazioni di pericolo legate alle condizioni della strada. Tuttavia, è importante sottolineare che la condotta della vittima deve essere “abnorme” rispetto alle cause prodotte dallo stato della strada affinché l’ente non sia ritenuto responsabile. Anche in questo caso, l’onere di dimostrare che la vittima sia stata negligente spetta comunque all’ente chiamato in causa.

La manutenzione stradale

Questo incidente – e la relativa sentenza di risarcimento – sottolinea l’importanza della sicurezza stradale e della manutenzione delle infrastrutture. Gli enti pubblici devono garantire che le strade siano in condizioni adeguate per prevenire incidenti e proteggere la vita dei cittadini. È fondamentale che le buche siano riparate, l’asfalto sia in buone condizioni e la segnaletica sia chiara ed efficace.

Condividi la tua storia

Hai mai vissuto una situazione simile, cadendo in bici e facendo poi causa all’ente proprietario della strada? E come è andata a finire? Scrivi un commento, racconta la tua esperienza e condividila con i lettori di Bikeitalia.

Leggi anche: “Se la buca è a centro strada niente risarcimento per il ciclista

ebook

Ebook Mobilità Ciclistica
Scopri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *