MENU
viaggi girolibero

Girona, bellezza oltre la bicicletta

Catalogna, Cicloturismo urbano, Itinerari, Spagna • di

Girona è una città fondata in epoca preromana che, a causa della propria posizione “cuscinetto” a ridosso dei Pirenei tra la cultura castigliana e quella francese, conserva da sempre un’identità molto forte della propria catalanità.
girona-cicloturismo-1

La posizione cardine sul territorio (di qui passava la via Augusta) ne ha garantito nei secoli uno sviluppo a ondate che ha lasciato importanti segni sul territorio, soprattutto di carattere difensivo come i due recinti fortificati che abbracciano la città.
La Força Vella è il più antico, una sorta di agorà romano di cui si conservano ancora importanti tracce, mentre le mura carolinge sono ancora in ottime condizioni e possono essere percorse per vedere dall’alto l’antico perimetro della città.
girona-cicloturismo-7

Anche le case affacciate sul fiume Oynar, variopinte e alla moda, simbolo della città, un tempo erano prive di affacci sul fiume ed erano parte integrante dell’impianto di fortificazione cittadino. I colori scelti per le facciate delle case hanno fatto meritare a Girona il titolo di Firenze spagnola. Al posto del Ponte Vecchio, però, fa mostra di se il ponte in ferro progettato dallo studio di Gustave Eiffel nel 1823 da cui vengono scattate le classiche foto ricordo della città di Girona.
girona-cicloturismo-3

L’altro simbolo della città è la parte più antica della città, il casco antiguo, dove sorge il suggestivo quartiere ebraico che fino al 1492, anno della reconquista, ospitava la comunità ebraica più numerosa al mondo. Questi spazi sono stati il set di centinaia di film e serie TV, come il Profumo o Il Trono di Spade che hanno contribuito molto alla promozione del turismo in città.

Il quartiere ebraico di Girona è uno dei meglio conservati al mondo ed è ricco di strade caratteristiche, piazze porticate, giardini nascosti e sorprese dietro ogni angolo in cui si possono ammirare le principali opere del movimento architettonico catalano noto come Noucentisme (novecentismo – n.d.a.).
girona-cicloturismo-3

Passeggiando per Girona, ogni angolo sembrerà il luogo ideale per sedersi a bere un caffè o una vino tinto in uno dei mille bar della città, magari intervallando una visita alla Cattedrale, un maestoso edificio dalla facciata barocca e che contiene la navata gotica più ampia al mondo, nonché il chiostro e il museo che contiene anche il celebre “Tappeto della Creazione”, un capolavoro di arte romanica intessuta.

Scendendo lungo i 90 gradini della Cattedrale e svoltando a destra, si passa sotto l’Arco di Sobreportes, che porta verso le Terme arabe, una costruzione romanica unica ispirata alle Terme Romane.
girona-cicloturismo-6

Una visita a Girona deve anche necessariamente includere i Jardins dels Alemanys ( Giardini dei Tedeschi – n.d.a.), la Placa dels Jurats, il Monastero di Sant Pere Galligants e la Basilica di San Felice. Questi, insieme alla cattedrale, costituiscono la parte più monumentale di Girona.

La posizione altamente strategica della città di Girona l’ha resa crocevia di differenti culture alimentari e dopo aver soddisfatto gli occhi tra i vicoli e sui ponti cittadini, ci si può lanciare alla scoperta della città con gli altri sensi. Girona negli ultimi anni si è fatta conoscere sul panorama internazionale per aver partorito diversi chef stellati che hanno riabilitato la cucina locale, il tutto accompagnato dall’egregia ed esclusiva produzione vitivinicola.
girona-cicloturismo-2

Ma soprattutto Girona sta legando sempre più il proprio nome al turismo, da un lato grazie all’apertura internazionale del suo aeroporto oggi collegato con le principali città Italiane e dall’altro grazie al progressivo sviluppo dell’attività ciclistica.
Dopo che Lance Armstrong, all’apice della sua carriera scelse il capoluogo catalano come dimora, oggi ben 110 ciclisti professionisti hanno fatto di Girona la base per i propri allenamenti. A questo è seguita una crescita progressiva dell’offerta dedicata ai ciclisti, tra festival, gran fondo, bike cafè e bike centre per coccolare anche il più esigente dei turisti in bicicletta.
girona-turismo-in-bici

E dopo aver pedalato e aver apprezzato la cucina locale, ci si può lasciare stupire dalla vasta gamma di concerti e spettacoli disponibili 365 giorni all’anno nei bar della città.

Girona, visite guidate.

Da marzo a novembre martedì alla domenica alle 10.15 presso il punto di accoglienza di Girona. 2 ore 12 euro.

Girona e dintorni in bicicletta

Girona è la patria adottiva dei ciclisti professionisti anglofoni, che hanno affollato la città catalana per le sue montagne, il clima, la cultura e la cucina. Girona e i suoi dintorni offrono alcune delle migliori pedalate del mondo

girona-cicloturismo-4
Percorsi per bici da strada:
Costa Brava in Bicicletta: da Sant Feliu a Lloret de Mar
Costa Brava in bici da corsa: nelle terre di Salvador Dalì
Percorsi per bici gravel:
La via Verde Catalana
Pirinexus





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *