#salvaiciclisti partner italiano della campagna Ue per i 30kmh

14 Novembre 2012

20mph-coloured-e1346491820893La modifica a livello comunitario dei Codici della Strada dei Paesi membri e l’introduzione del limite limite di velocità a 30kmh in tutti i centri abitati con l’eccezione di quelle arterie dove le autorità locali sono in grado di dimostrare che le esigenze ambientali e di sicurezza degli utenti più vulnerabili della strada sono soddisfatte anche se i veicoli a motore viaggiano ad andature più sostenute.

E’ questo l’obiettivo di un’iniziativa popolare lanciata da associazioni, comitati, gruppi organizzati e singoli cittadini nei vari Paesi dell’Unione. In Italia come partner della campagna sono stati individuati il movimento #salvaiciclisti e Legambiente, che peraltro hanno già promosso nel nostro Paese un’iniziativa analoga con la petizione #30elode.

Obiettivo della campagna europea è quello di raccogliere un milione di firme nel giro di un anno per portare in Commissione e nell’Europarlamento una proposta di legge popolare che fissi il limite di velocità urbano a 30kmh (20 mph). Questo limite – spiegano i promotori – si è dimostrato efficace da più punti di vista: riduce il numero di morti e feriti, il rumore, lo smog, le emissioni di gas serra; inoltre rende il traffico più scorrevole, riduce l’attuale percezione di insicurezza legata alla mobilità, rende più attraenti modalità di spostamento alternative all’auto privata, come i piedi, la bici o il trasporto pubblico.

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.799
Acquista
Meccanica Base 1
199
Acquista
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti